29 settembre 2020
Aggiornato 23:00
Economia e territorio

E' Reda il lanificio più ecologico al mondo

150 anni di storia e lo sguardo sempre volto all'innovazione. Il Lanifico Reda si è mostrato con le sue eccellenze attraverso le giornate Fai di primavera

BIELLA – Ha compiuto i suoi primi 150 anni lo scorso anno, il Lanificio Reda, che da sempre opera a Valle Mosso, dalla metà dell«800, si occupa di tessuti senza mai tralasciare l'impegno per l'innovazione tanto da essere ancora oggi uno degli stabilimenti più moderni d'Europa. Macchinari di ultima generazione e qualità dei prodotti tradizionali e di alta tecnologia sono la sua cifra stilistica.

Le giornate Fai di primavera in fabbrica
Anche il Fai quest'anno ha deciso di inserire il Lanificio Reda nel programma delle «Giornate di Primavera», giunte alla 24esima edizione. All'interno dello stabilimento di Croce Mosso è stato organizzato un ciclo di visite guidate inserite all'interno dell’iniziativa «Abbiamo la stoffa per innovare? / Biella - fabbriche aperte» ideata in collaborazione con alcune delle principali industrie del biellese che hanno profondamente inciso sul tessuto sociale, culturale ed economico della città. Un viaggio attraverso il lanificio di ultima generazione alla scoperta dei processi produttivi, di alcuni reparti in funzione che ha permesso di cogliere i diversi aspetti che hanno reso i tessuti Reda e i capi Reda Rewoolution competitivi ai massimi livelli sul mercato internazionale. I partecipanti hanno potuto scoprire ed acquistare i prodotti delle collezioni Reda Rewoolution all’interno dello speciale Temporary Shop allestito per l’occasione.

Il lanificio più ecologico
Reda è l'unico lanificio al mondo ad aver ottenuto la certificazione Emas, grazie a un sistema avanzato di eco-gestione dell'impianto: energia fotovoltaica, filtrazione delle acque di lavaggio, monitoraggio continuo di tutte le fasi della lavorazione per garantire il rispetto dell'ambiente, hanno consentito di raggiungere il prestigioso riconoscimento.