26 settembre 2020
Aggiornato 17:00
Cronaca di Biella

Crescono gli utenti dei bus. «Bene... E i tracciati possono cambiare»

Studio dell'amministrazione comunale sulla linea 900. La soddisfazione dell'assessore Stefano La Malfa

BIELLA - Salgono i passeggeri sulla linea 900, in base alla rilevazione a campione che il Comune ha disposto a inizio 2016, per confrontare i dati con quelli già raccolti nel dicembre 2014: la media di utenti quotidiana nei giorni feriali è salita da 214 a 237, un incremento pari al 10,7% per l'anello urbano. Il risultato è sulla scrivania dell'assessore ai trasporti Stefano La Malfa. «Resta sempre allo studio - dichiara - la possibilità di effettuare varianti al tracciato, trasformando per esempio l'anello in una linea con direttrice Nord-Sud che comprenda anche il rione Riva e porti fino al nuovo ospedale. Questi dati ci serviranno per aiutarci a trovare la soluzione migliore».

Cosa dice lo studio
I numeri si riferiscono a una manciata di giorni-campione scelti a metà dicembre 2014 («Quando era appena avvenuto il trasloco del nuovo ospedale e avevamo allungato il percorso della linea 900 perché fosse raggiunto» sottolinea La Malfa) e tra il 10 e il 21 gennaio 2016. Nella prima rilevazione, la media è stata di 214 passeggeri al giorno con il «picco» di 223 raggiunto un lunedì. Nella rilevazione di quest'anno la media è salita a 237, con la punta massima di 373 un martedì. Nel 2016 è stata fatta anche una rilevazione a campione domenicale: 46 gli utenti saliti a bordo del bus. «I dati ci dicono che non ci sono aumenti di passeggeri nei giorni di mercato in piazza Falcone» analizza l'assessore. «E ci confermano che, nonostante sia stata istituita la navetta gratuita sponsorizzata dall'Asl, c'è stato comunque un incremento di utilizzo nel 2016, con l'ospedale che nel frattempo è diventato anche sede del centro prelievi. Certo, per come è strutturata ora la linea 900, è molto più comodo, da certe zone, raggiungere l'ospedale piuttosto che percorrere il tragitto inverso in direzione della propria casa. Faremo valutazioni anche in questo senso, nel prendere la decisione di mantenere così com'è oppure di strutturare in modo diverso il percorso del bus urbano».