30 settembre 2020
Aggiornato 00:30
Eventi

Biella e dintorni: i nostri consigli per il sabato di Pasqua

Appuntamenti outdoor, musica e cultura. Ecco le nostre proposte per l'inizio di questo lungo weekend

BIELLA – Inizia il lungo weekend pasquale, ricco di appuntamenti all'aria aperta e culturali. Ecco le nostre proposte.

Outdoor e sport
A Bielmonte dalle 11, le emozioni dello snowboard si vivono tra gli splendidi panorami della cerchia alpina e della Pianura Padana. Abili snowboardisti ma anche principianti possono imparare o perfezionare la tecnica affidandosi all'esperienza dei maestri di sci. In occasione delle vacanze pasquali i maestri di snowboard aspettano i piccoli (dai 4 agli 8 anni) per una prova gratuita, perchè lo snowboard non è solo uno sport per grandi! A chi ne avesse bisogno saranno fornite le attrezzature e altri strumenti utili per avviare i piccoli nella pratica dello snowboard. Info: Scuola Italiano Sci Bielmonte Oasi Zegna 333 3400587, www.oasizegna.com, info@oasizegna.com.

Musica live e locali
Riapre a Rosazza, l' Autobahn - William Willhelm caffee Dallas, dalle 6pm aperitivi e burritos a volontà! gradita la prenotazione per chi si vuole fermare a cena, contattare Chiara 333 4171752 o Nina 331 8610065.
All'Eurobar di Candelo, dalle ore 20 un ricco e sfizioso apericena che potrà accontentare tutti i palati e ottima birra Guinnes alla spina, dalle 22.30 la serata continua con la musica dal vivo di Alfonso e Gloria Strippoli.
Al new O'Connors Pub di Quaregna gli El Diablo ripercorrono la storia musicale dei Litfiba dalle origini, con brani tratti dagli album della triologia del potere (Desaparecido, 17 Re, Litfiba 3), passando per i grandi successi degli anni '90 della tetralogia degli elementi (El Diablo, Terremoto, Spirito, Mondi Sommersi), il discusso «Infinito», fino all'ultimo lavoro in studio «Grande Nazione».

Teatro
Alle 21 presso lo Spazio Teatrando a Biella, il pianista Andrea Manzoni, reduce dalla tournée che lo ha portato in Europa e alla Carnagie Hall di New York, con Veronica Rocca in: «Noi siam come le lucciole». Lo spettacolo, scritto da Beppe Anderi e diretto da Paolo Zanone, offre un omaggio alle canzoni degli Anni 20. Su una scenografia essenziale ed elegante, dal gusto retrò, si snoda il racconto cantato. Nel suo intreccio narrativo, Beppe Anderi gioca sul contrasto tra l’immagine che di quel tempo ci è stata tramandata, fatta di ragazze morigerate e giovanotti galanti, e l’impressione che se ne ricava invece dalle canzoni in voga, le quali rivelano che nessun tempo ha cantato, con uguale malizia, il peccato. Scavando tra le righe di spartiti e testi, lo spettacolo esplora, con le armi dell’arte e dell’ironia, quest’epoca lontana ormai quasi un secolo, ma straordinariamente pulsante, se confrontata con l’oggi, attanagliato, in politica come nell’arte, da prosaiche questioni di riciclo. Tra parodia e spunti passionali, la rivisitazione di quelle canzoni insinua strisciante il dubbio che i nostri nonni si siano divertiti molto più di noi. Biglietto: 12 euro (intero), 10 euro (ridotto). Info: 333.5283350.
Alle 18 presso il Cantinone della Provincia di Biella, via Quintino Sella 12, «Teatro in azione», lo spettacolo conclusivo di un Laboratorio di Teatro dell'Oppresso, finanziato dall'associazione CBAU (Comunità Biellese Aiuti Umanitari), con il patrocinio della Provincia di Biella e in collaborazione con Caritas Biella ed il Consorzio sociale «Il filo da tessere».
Tale laboratorio, rivolto sia a richiedenti asilo politico e titolari di protezione internazionale inseriti ha come finalità l'integrazione e l'incontro tra culture e persone differenti attraverso le tecniche di Teatro dell'Oppresso, ideate da Augusto Boal in Brasile a partire dagli anni '60. Questa particolare forma di teatro si propone come scopo quello di attivare un processo di riflessione e presa di coscienza riguardo ad una particolare tematica sociale: durante lo spettacolo finale il coinvolgimento e la partecipazione del pubblico saranno indispensabili per trovare nuove risposte e soluzioni ai problemi sociali! Lo spettacolo, ad ingresso gratuito, terminerà con un piccolo buffet.

Corsi e workshop
Da oggi alle 15 fino al 30 luglio a Graglia, Cà di Celeste e di Rosa, via del Canale 3, laboratorio di giardinaggio e orticoltura. Le lezioni avranno cadenza quindicinale, ogni due sabati alle ore 15. S'inizierà dalla semina, si vedranno crescere le piantine e, forse, si potrà raccogliere anche qualche frutto. Direttore del laboratorio sarà Michele Facenna, agronomo. Coordinatrice dell'orto didattico sarà Cristina Dellacà, esperta della materia. Il corso è gratuito. È gradita l'iscrizione (a soli fini organizzativi). Info: 015 2593649 o 339 5405600.