2 luglio 2020
Aggiornato 20:30
Cultura

Biella celebra 70 anni di Vespa

Lo scooter più famoso del mondo compie gli anni e la città che l'ha visto nascere ha in programma grandi eventi per festeggiarlo

BIELLA – Il 2016 è l'anno della Vespa. lo scooter più famoso al mondo compie 70 anni e le manifestazioni per celebrarlo partiranno proprio da Biella la città che l'ha vista nascere, in una versione sperimentale che poi sarebbe diventata simbolo degli anni '50 ed oltre. Il compleanno cade il 23 aprile: quel giorno del 1946 fu depositato a Firenze un brevetto per una «motocicletta a complesso razionale di organi ed elementi con telaio combinato con parafanghi e cofano ricoprenti tutta la parte meccanica». Un sogno diventato realtà così come il Vespa Club Biella che invece compie 65 anni.

Il Raduno internazionale ed un monumento per la città
Per ricordare e celebrare entrambe le ricorrenze sono in programma una serie di eventi e manifestazioni Vespistiche a cominciare dal raduno internazionale «città di Biella - memorial Paolo & Ernestino» che si svolgerà in città il 23/24/25 aprile, in cui avverrà anche l'inaugurazione del monumento alla Vespa che Biella attende con ansia in quanto città di progettazione e collaudo dello scooter che ha fatto sognare il mondo. Il vero inventore del capolavoro firmato Piaggio, D’Ascanio aveva ricevuto il compito da Enrico Piaggio che voleva modificare il prototipo di un motorino buffo e sgraziato arrivato proprio da Biella, da tale Renzo Spolti. Gli operai avevano ribattezzato «Paperino» il due ruote mai visto primache nel frattempo veniva testato qui, tra gli stabilimenti di Candelo, Gaglianico, Lessona, Pavignano e Vigliano perchè quelli di Pontedera erano stati danneggiati dai bombardamenti.

Gli altri appuntamenti per i centauri
Da Biella partirà anche il Vespa raduno internazionale VWC «Omaggio a Corradino D’Ascanio» Sulle orme di san Francesco a Popoli (Pe) – V. C. Popoli che partirà 24 giugno dal punto esatto in cui venne prodotto il primo prototipo di Vespa arriverà a Popoli (Pescara), il paese di D’Ascanio, dove confluiranno Vespe da tutta Italia, partendo da altre tre località nelle Marche, in Calabria e in Puglia. Il grande pellegrinaggio si concluderà a Castelvecchio Subequo, in Abruzzo, dove è custodita una preziosa reliquia di San Francesco. Il bis sarà a settembre con le celebrazioni per i 70 anni affiancate alla solidarietà. Con il «Giro d’Italia in Vespa», per più di 7 mila chilometri un numero impressionante di centauri proveniente da almeno cento club italiani raccoglierà fondi per l’Angsa, associazione che si occupa di chi è affetto da autismo.

Vespa oggetto d'arte al Centro Commerciale gli Orsi
Sempre in città da oggi, 11 aprile, al centro commerciale Gli Orsi un lungo evento celebrerà uno dei simboli d'eccellenza del design italiano. Fino a lunedì 25 aprile la galleria commerciale, in collaborazione con Vespa Club Biella, ospiterà una mostra dedicato allo scooter: «vespArt-VespHeart», in cui saranno esposte opere d’arte realizzate con le carene delle Vespe dagli artigiani delle associazioni ANGSA, AISM, Domus Laetitie che utilizzerà le grafiche del suo ultimo progetto le Hobo Refashioning Tee, e dai ragazzi del Liceo Classico di Biella. Mentre le giovani artiste Serena Muscas e Martina Imparato presenteranno per l’occasione alcune delle creazioni in esposizione. Inoltre, per tutta la durata della mostra saranno presenti in galleria due artisti che realizzeranno sul momento i loro lavori. La mostra «vespArt-VespHeart» servirà anche per realizzare una raccolta fondi il cui ricavato verrà destinato a tutte le associazioni coinvolte in questa iniziativa. A conclusione della manifestazione, lunedì 25 aprile, il raduno internazionale delle Vespe toccherà anche la galleria commerciale.