17 agosto 2018
Aggiornato 05:00

Funivie Oropa: «Siamo privati, assumiamo chi vogliamo. A Cassisa ancora neanche un euro»

Andrea Pollono, presidente della Fondazione si dice amareggiato: «Qualche politico in cerca di visibilità getta fango su di noi. Per ora raccolti 10mila euro, l'obiettivo 100mila sarà raggiunto»
Il presidente della Fondazione Funivie di Oropa, Andrea Pollono
Il presidente della Fondazione Funivie di Oropa, Andrea Pollono (Diario di Biella)

BIELLA - «Marco Cassisa non ha ancora ricevuto un euro per la sua opera professionale di fundraiser per la cestovia», ha spiegato al Diario di Biella Andrea Pollono direttore della Fondazione Funivie di Oropa. Quanto alla sua nomina, «non c'è nulla da spiegare in quanto siamo un ente privato», ha detto Pollono.

L'interrogazione di Fdi
Sulla questione è stata presentata un'interrogazione comunale da parte di Andrea Delmastro, capogruppo per Fratelli d'Italia, in cui si chiede perché è stato affidato l'incarico di raccolta fondi per le Funivie Oropa a Cassisa. Delmastro ha sottolineato il fatto che il comune è socio della fondazione, che Cassisa ha partecipato alla campagna elettorale per Marco Cavicchioli sindaco e che l'incarico da parte della fondazione gli è stato affidato senza darne pubblicità. Cassisa infatti riceverà 2mila 500 euro per l'opera prestata ai quali se ne potrebbero aggiungere altri 6mila 250 se centrerà l'obbiettivo di raccogliere i 100mila euro previsti.

Pollono, accuse infamanti
Per Pollono si tratta di accuse infamanti, sulle quali potrebbe doversi esprimere un tribunale. «Cassisa sarà pagato, come ogni professionista che lavora, se continuerà a lavorare bene non appena avremo raccolto 25mila euro. Il suo profilo è qualificato ed è stato l'unico fra i suoi colleghi ad accettare di essere pagato solo in seguito a dei risultati, chiedendo meno di tutti gli altri. Ricordo infine che tutti i pagamenti saranno subordinati all'effettiva possibilità di cassa a seguito dell'attività commerciale verso terzi e non con il denaro oggetto della raccolta fondi, come scritto nella lettera d'incarico».