22 settembre 2021
Aggiornato 07:00
Cronaca di Biella

Furto ad Oropa. Il ladro preso a tempi di record dalla Polizia

Due libri antichi sottratti dalla Basilica Antica. Gli agenti individuano il responsabile: un pregiudicato biellese che aveva commesso un analogo colpo in Duomo

BIELLA - Da tempo i santuari biellesi sono oggetto di furti, con l'obiettivo di rivendere sui mercati clandestini opere di arte sacra. Forse in questo caso si è trattato solo di un'azione individuale di un balordo, che si è impadronito di alcuni testi sacri della basilica antica di Oropa, con chissà quali intenzioni e opportunità di rivenderli nel mercato nero. Il fatto è avvenuto venerdì della scorsa settimana. Appena i responsabili dell'antico santuario mariano hanno segnalato il furto alle forze dell'ordine, sono partite le indagini che hanno portato in pochi minuti all'individuazione del furto. Si tratta di un pregiudicato italiano residente nel Biellese, che dovrà rispondere alla giustizia per furto e ricettazione. Gli agenti hanno anche recuperato un altro messale, sottratto dal Duomo. Tutti gli antichi libri sono stati riconsegnati.