25 maggio 2019
Aggiornato 08:30
Eventi

«Suoni oltre le nuvole»: Il Biella Jazz Club sale alla Trappa

Una due giorni di musica tutta da ascoltare. Suoni elettronici e jazz faranno risuonare il suggestivo angolo di montagna ai piedi del Tracciolino

BIELLA – Continuano gli appuntamenti con MontagnaFest, arte in quota, in un percorso tra cambiamento e identità. Un’iniziativa guidata da Atl del Biellese e inserita nel programma del Festival Torino e le Alpi.

Suoni Oltre le Nuvole
Sabato 16 e domenica 17 luglio un evento importante per il Biella Jazz Club nella rassegna estiva «Suoni oltre le Nuvole». Questo weekend si sale alla Trappa di Sordevolo per due concerti: sabato 16 alle 22 «Live Electronics» di Riccardo Ruggeri e Maurino Dellacqua, e domenica 17 con «Duello» con Nadio Marenco alla fisarmonica e Adalberto Ferrari al clarinetto alle 15.

I biellesi Live Electronics
Live Electronics è il nuovo progetto dei biellesi, dove si mischiano elementi acustici come la voce di Ruggeri e le corde di Maurino con il mondo analogico/digitale fatto di synth, drum machine, vocoder e loop. Riccardo Ruggeri, cantante biellese, dotato di grandi qualità artistiche e tecniche, da sempre accostato all'universo musicale aperto nell'era progressive da Demetrio Stratos unisce una grande vocalità alla sperimentazione attraverso l'elettronica. Con Maurino Dellacqua fa parte della formazione Lomè che ha raccolto grandi successi ad il Premio Tenco nel 2006, i due artisti fanno anche parte del progetto Syndone, band prog torinese capitanata dal tastierista e leader Nik Comoglio con il quale hanno inciso recentemente il nuovo album Eros e Thanatos.

Un duello musicale
I Duello – EtnoChoroJazzTango sono un duo formato da Nadio Marenco alla fisarmonica e Adalberto Ferrari al clarinetto e ai sassofoni, duo di grandissimi virtuosi per i rispettivi strumenti che dopo il grandissimo successo al Blue Note di Milano si presentano ancora una volta a Biella nelle programmazioni del Biella Jazz Club. Un vero e proprio duello all'ultima nota tra i due contendenti, veri e propri virtuosi, i quali hanno catalizzato l'attenzione di molte riviste specializzate con questa formula di spettacolo musicale. Un duo di musicisti che, armati dei loro rispettivi strumenti, si sfida all’ultimo suono, rileggendo i più svariati generi musicali, dallo choro alla canzone d’autore in versione strumentale, dai brani klezmer a quelli swing e jazz. Una performance imperdibile data la sensazionale qualità artistica del duo apprezzato in tutto il mondo.

La rassegna
MontagnaFest2016 conta undici progetti in cui l’arte si propaga nelle Alpi biellesi, in un percorso che unisce idealmente e fisicamente le cinque valli di questa provincia: dall'ampia e soleggiata Valle Elvo alle più austere Valli Oropa e Cervo, fino alle Valli orientali Mosso e Sessera. ergere una prospettiva della montagna lontana dagli stereotipi culturali e dalla retorica.