13 dicembre 2018
Aggiornato 06:00

Azienda milanese apre a Cavaglià e cerca 70 dipendenti

La A2A che si occupa di energia e riciclaggio rifiuti entro l'anno conta di realizzare l'impianto. La soddisfazione del sindaco, Giancarlo Borsoi: «Una boccata d'ossigeno per tutti».
L'azienda A2A che aprirà a Cavaglià il prossimo anno
L'azienda A2A che aprirà a Cavaglià il prossimo anno (Diario di Biella)

BIELLA - La A2A sta per realizzare un nuovo impianto per la selezione di plastica e imballaggi provenienti dalla raccolta differenziata sul nostro territorio. L’azienda dovrebbe sorgere nel polo tecnologico di Cavaglià.

70 nuovi posti di lavoro
Si parla di circa 70 nuovi posti di lavoro per un nuovo stabilimento che selezionerà i materiali ricavati dalla raccolta differenziata e li reindirizzerà verso le aziende per il riciclaggio. A partire dal prossimo anno dunque si prevede la necessità di impiegare 70 nuovi profili operativi addetti alle operazioni di selezione e imballaggio. «Sono molto contento - spiega il sindaco di Cavaglià Giancarlo Borsoi, confermando la notizia -. Si tratta di una boccata di ossigeno per il paese e per il territorio. Il Comune è coinvolto in questo progetto e seguirà passo passo tutte le tappe per la sua realizzazione».

L'azienda
La A2A S.p.a. è nota nel settore dei multiservizi nelle aree energia, ambiente, calore e reti come il secondo produttore italiano di energia elettrica (oltre il 50% da fonti rinnovabili), il secondo operatore nelle reti di distribuzione di elettricità e tra i primi nelle reti del gas e del ciclo idrico.Al momento impiega circa 12 mila collaboratori. Le sedi principali sono a Milano e Brescia. Se siete interessati a candidarvi potete visitare la pagina web del gruppo nella sezione carriere e registrare il vostro curriculum vitae per le posizioni aperte.