20 aprile 2019
Aggiornato 20:00
Cronaca

E' morto il campione di rally Franco Perazio

Non ce l'ha fatta a superare la malattia. Il grande del rallismo si è spento a 78 anni. Al suo fianco la famiglia e tanti amici. Tanti i ricordi legati ai suoi successi nelle competizioni automobilistiche

BIELLA - Il mondo del rally piange Franco Perazio, uno dei biellesi che hanno scritto la storia della corse automobilistiche del passato. Tutti lo conoscevano con il soprannome di Speedy per la sua straordinaria abilità nel guidare le auto da competizione.

Una lunga malattia
Il campione biellese è morto poche ore fa nella sua abitazione di Biella: al suo fianco la moglie Irma, la figlia Roberta con la nipote Carolina e alcuni dei tanti, numerosi amici che non hanno mai smesso di stargli vicino nemmeno negli ultimi momenti di una malattia con cui combatteva da tanto. Franco Perazio aveva 78 anni.

La carriera
Il rally non aveva segreti per Speedy: 850 Abarth, 124 Abarth, tante Stratos, una delle primissime Renault 5 Turbo Maxi viste a Biella, le Toyota allestite da un altro «mago» biellese come Kuki Fren. Ma la memoria di Franco Perazio resterà legata soprattutto alla Fulvia Hf con cui nel 1973 vinse il rally di Montecarlo nella classifica di gruppo 3 con al fianco il fidato navigatore Giorgio Rossi. Fu l’ultimo successo di una Hf e proprio questo gli valse la stima di campionissimi come il Drago Sandro Munari e dirigenti come Cesare Fiorio. Pilota e imprenditore tessile con il marchio Tessiana di Andorno Micca, Franco Perazio ha trasmesso i segreti del mestiere di pilota a quasi tutti i giovani biellesi. E' stato anche uno dei principali sostenitori del Rally della Lana. La data dei funerali non è stata stata fissata.