21 novembre 2019
Aggiornato 20:30
Centrodestra

Lega Nord Biella a Pontida per il 20esimo anno della Padania

Sono sempre attuali i valori del passato e sempre tante le questioni da affrontare dalla riforma costituzionale fino al nuovo programma di governo: abolizione di legge Fornero, riforma costituzionale con presidenzialismo e giudici eletti dal popolo.

BIELLA – Anche la Lega Nord Biella al consueto appuntamento di Pontida. Sono state oltre 50.000 le persone assiepate sul pratone ad ascoltare gli interventi dei dirigenti leghisti che sono culminati con quello del Segretario Federale Matteo Salvini che ha ricordato come questo fosse il 20esimo anniversario della nascita della Padania.

Sempre validi i valori della tradizione
I valori di radicamento al territorio, identità, indipendenza e libertà espressi allora sono più che mai attuali per la Lega Nord,con la differenza che, rispetto al 1996, è cambiato l’antagonista. Oggi, secondo il partito di Salvini è «l’Europa fatta di burocrazia, trattati assurdi e guidata da Germania e Francia, in cui l’Italia non conta nulla, per questo è necessario tornare padroni a casa nostra, uniti, tutti assieme per poi riprendere la battaglia e cambiare il Paese in senso federalista».

Le questioni da affrontare
La prima battaglia da affrontare per la Lega è certamente quella per il «no» al referendum contro la riforma Renzi «Antidemocratica e centralista», archiviata la pratica la Lega procederà a ragionare con gli alleati sul programma di Governo. Nessun accordo però con chi non condivide i valori di partito p con chi appoggia la riforma costituzionale. Le idee della Lega Nord sono chiare: abolizione di legge Fornero, riforma costituzionale con presidenzialismo e giudici eletti dal popolo, stop a studi di settore e riduzione delle tasse, basta al patto di stabilità in modo da liberare risorse ai comuni.