22 maggio 2019
Aggiornato 12:30
Gusto

Il prodotti biellesi in vetrina a Torino per Terra Madre

Il salone internazionale più importante sulla cultura del cibo e la riscoperta delle tradizioni ospiterà al parco del Valentino lo stand di eccellenze Made in Biella. Ecco cosa troverete e gli eventi a cui partecipare

BIELLA – Il nostro territorio partecipa da protagonista a Terra Madre, il salone più importante a livello internazionale sulla cultura del cibo e la riscoperta dei prodotti tradizionali agroalimentari da tutto il mondo, in programma nei prossimi giorni a Torino. Uno stand al parco del Valentino parlerà, da giovedì 22 a lunedì 26 settembre, delle eccellenze dei piccoli produttori di casa nostra, che si alterneranno giorno dopo giorno al bancone, che avrà per sfondo un fondale di fotografie del progetto #innamoratidelBiellese, per mescolare ai sapori anche le bellezze del territorio. L'iniziativa è della condotta biellese di Slow Food, a cui Atl ha fornito il suo contributo.

Prodotti e paesaggi in vetrina
«Il territorio» spiega Roberto Costella, segretario della condotta locale di Slow Food «ha saputo conservare un paesaggio montano e collinare intatto, con tradizioni agro alimentari tramandate di generazione in generazione. Oggi molte attività sono state riavviate o implementate ed è in grado di offrire molte opportunità per gli appassionati di enogastronomia. I prodotti dell'Arca del Gusto, appartenenti alla cultura e alla storia della nostra terra, e soprattutto i Presidi Slow Food hanno trainato il settore e fatto crescere nuove imprese che oggi possono accogliere turisti e visitatori oltre che rifornire le migliori tavole del territorio e ristoranti nel mondo». «Il nostro agroalimentare è ancora un settore piccolo in termini assoluti, ma è certamente di eccellenza» aggiunge il presidente Atl Luciano Rossi. «È nostro compito stare accanto alle eccellenze specie se, come in questo caso, sono anche una buona ragione per indurre i turisti a visitare il Biellese e scoprire le sue «perle» enogastronomiche, paesaggistiche e culturali».

I produttori a Terra Madre
Lo stand biellese, con i prodotti nostrani e materiale turistico del nostro territorio, vedrà alternarsi produttori e associazioni: Giovedì 22 settembre spazio a La Bruera - Azienda Agricola Scopel Umberto di Cossato, con i suoi salumi del territorio prodotti con la carne dei suini allevati in azienda, e all'Azienda Agricola Ribotto Luca di frazione San Sudario a Magnano, specializzata nelle nocciole e nei suoi derivati. Venerdì 23 settembre toccherà all'Azienda Agrituristica Ca' d'Andrei di Case Code di Sagliano Micca, con i suoi formaggi bio di capra a latte crudo, i salumi e i cereali minori, e all'Azienda Agricola Massimiliano Urlati con il forno di via Mazzini a Biella che trasforma la farina dei cereali prodotti in agricoltura biodinamica. Sabato 24 arriveranno a Torino l'Azienda Agrituristica Bio Oro di Berta di Castagnea di Portula, con prodotti biologici certificati, confetture, conserve e il tradizionale olio di noci, e l'Azienda Agricola Mazzuchetti con i formaggi di latte delle vacche alimentate con i foraggi dei propri campi. Domenica 25 sarà la volta di La Crava Cuntenta - Azienda Agricola Manuela Zegna di Masserano, che produce formaggi con il latte delle capre di razza Saanen allevate in libertà nel bosco, e l'Azienda Agricola Brovarone Silvio di Vigliano, che coltiva frutta e verdura in modo naturale e le trasforma senza conservanti. Lunedì 26 chiude l'Associazione Biellese Apicoltori con il suo miele di alta qualità con disciplinare e marchio registrato, e le Comunità del cibo della castagna Biellese «La Comunità ëd l'Arbo Biellese» e Comunità del cibo dei produttori di formaggi a latte crudo della Valle Elvo «Latte Vivo» che si impegnano per migliorare il sistema alimentare locale a partire dalla valorizzazione delle produzioni locali, con particolare attenzione alla conservazione della biodiversità agroalimentare e degli ecosistemi.

Le degustazioni e gli eventi
Sono in programma anche appuntamenti extra: giovedì 22 settembre a partire dalle 13 la Paletta Biellese sarà l'abbinamento scelto per la degustazione delle birre Baladin, a loro volta piemontesi. L'appuntamento è allo Spazio Open Baladin di piazzale Valdo Fusi. Sabato 24 dalle 17.30 va in scena Custodi dei castagneti, un progetto nato nell’ambito della Condotta Slow Food Monregalese Cebano Alta Val Tanaro e Pesio che segue un itinerario ideale che unisca i «custodi dei castagneti» lungo tutta la dorsale montana della nostra penisola, dal Piemonte alla Calabria. Di questo progetto di cui fa parte la nascente comunità del cibo della Castagna Biellese: La Comunità ëd l'Arbo Biellese. Una seconda degustazione allo Spazio Open Baladin è in programma domenica 25 dalle 15: stavolta l'abbinamento è tra birra e formaggio di capra del Biellese. Lunedì 26 alle 18 ai Magazzini Oz di via Giolitti 19 è in programma una presentazione e degustazione del miele biellese.

La Corriera del Gusto
Per muoversi tra Biella e Torino è stata organizzata anche la Corriera del Gusto: servirà ai visitatori che vorranno raggiungere il capoluogo senza l'assillo del parcheggio, ma soprattutto accompagnerà dal 23 al 25 settembre gli agricoltori, pastori, casari, pescatori, cuochi ed educatori arrivati come da tradizione in Piemonte per Terra Madre che soggiorneranno a Biella. «In sinergia con Caritas» ricorda Costella «ne ospitiamo quattordici, provenienti da Mali, Malawi e Guinea Bissau».