28 marzo 2020
Aggiornato 10:00
Lutti

Biella, domani l’addio a Don Giuseppe Macco

Un percorso sacerdotale che lo ha visto vice parroco a Lessona, poi rettore del seminario e responsabile dei giovani di Azione Cattolica. Nel 1970 era diventato parroco del Duomo cittadino.

BIELLA - Era nato il 24 dicembre del 1919. Il regalo di Natale più bello per una mamma, reso ancora più prezioso quando, adolescente, varcò le del porte seminario salesiano, ad Avigliano. Don Giuseppe Macco, canonico e parroco emerito della cattedrale di Santo Stefano, sin da piccolo aveva manifestato una grande vicinanza alla Chiesa, che si era concretizzata il 29 giugno del 1944 con l’ordinamento sacerdotale, dopo aver studiato teologia a Biella. Forse è anche per questo che la sua vicinanza ai biellesi oggi, 19 ottobre, giorno della sua scomparsa, è stato ripagato dalla popolazione che silenziosa gli ha portato il suo ultimo commosso saluto.

Nel 1970 parroco del Duomo cittadino
Un percorso sacerdotale, il suo, che lo ha visto vice parroco a Lessona, poi rettore del seminario e responsabile dei giovani di Azione Cattolica. Nel 1970 era diventato parroco del Duomo cittadino, dove ha svolto il suo servizio apostolico per 26 anni con umiltà, semplicità e zelo. Don Giuseppe Macco non era solo un sacerdote, era un Uomo di Dio. Dotato di grande spiritualità, era capace di relazionarsi con la gente, di farsi volere bene. E fino agli ultimi giorni non ha mai smesso di pregare, giorno e notte. Le esequie si terranno in Duomo, domani, giovedì 20 ottobre, alle 15,30.