17 novembre 2018
Aggiornato 07:00

«L'Alberghiero è un'eccellenza del territorio»

Parla Cesare Molinari, preside dell'istituto superiore che sarà trasferito a Mosso per via di importanti e costosi lavori da realizzare: «Il futuro dello stabile? Non spetta a me delinearlo, ma alle forze del territorio»
Molinari (ultimo a destra) durante una premiazione con la famiglia Zegna
Molinari (ultimo a destra) durante una premiazione con la famiglia Zegna ()

TRIVERO - «La nostra scuola è un'eccellenza scolastica. La decisione di spostare la scuola non dipende, ovviamente, da me, ma dalla Provincia che mi pare abbia detto tramite il suo presidente cose definitive. Noi non possiamo che prenderne atto». Attacca così Cesare Molinari, preside dell'Alberghiero, a commento della decisione di spostare la scuola da frazione Caulera a Mosso, un ragionamento che vuole portare alla ribalta i tanti risultati ottenuti dai suoi allievi. «Abbiamo 11 classi e circa 200 studenti, in gran parte del territorio - aggiunge Molinari -. Da anni la nostra scuola forma giovani che poi trovano lavoro, con percentuali importanti, in Italia e all'estero. A testimonianza della nostra eccellenza, il 25 novembre una nostra delegazione andrà in Bielorussa nell'ambasciata italiana per preparare un ricevimento importante».

Lavori e trasloco
Sugli interventi e i lavori il cui costo si aggira intorno ai 2 milioni di eiro, il dirigente scolastico aggiunge: «Al di là dei ruoli, è innegabile che i lavori di ristrutturazione vadano fatti. Meglio se già dalla prossima estate. Il futuro dello stabile? Non spetta a me delinearlo, ma alle forze del territorio».