15 dicembre 2018
Aggiornato 09:30

Sbloccati i fondi per il completamento della Pedemontana

La soddisfazione del consigliere regionale, Vittorio Barazzotto: «Notizia che ci conforta». Oltre 200 milioni sarebbero pronti. Ora un anno di tempo per progettazione e bando lavori
Barazzotto è stato sindaco della città di Biella
Barazzotto è stato sindaco della città di Biella (Diario di Biella)

BIELLA - La Corte dei Conti ha finalmente sbloccato i finanziamenti per la Pedemontana Masserano-Ghemme, un fondamentale passo in avanti per la realizzazione della Pedemontana Piemontese, il collegamento viario tra la A4 e la A26 Santhià-Biella-Gattinara-Ghemme. Ora Anas Spa, il soggetto aggiudicatore del collegamento, ha un anno di tempo per la progettazione e per indire il bando per i lavori. Soddisfazione quindi per l’assessore regionale Balocco e il consigliere Barazzotto per vedere sbloccata la situazione relativa a un'opera così importante per il Nord del Piemonte. Agli 80 milioni già garantiti dal decreto Sblocca Italia, si vanno quindi ad aggiungere gli ulteriori 124,5 milioni necessari a completare il finanziamento dell'intero collegamento e Anas potrà procedere con la progettazione definitiva e l'avvio dei cantieri di una infrastruttura fortemente voluta dal territorio.

Parla l'ex sindaco
Commenta così Vittorio Barazzotto, consigliere regionale ed ex sindaco della città di Biella: «Una notizia che ci conforta soprattutto per le energie spese nel tentativo di recuperare i finanziamenti necessari, che dopo la prima assegnazione pareva - per le cassandre di turno - una missione impossibile che avrebbe sfavorito il nostro territorio. Qualche tempo fa ne avevo avuto informalmente notizia, ora che ne abbiamo la certezza, non resta che mantenere alta l’attenzione e seguire l’Anas nello sviluppo dei lavori».