21 ottobre 2018
Aggiornato 09:30

«Qui in Bonprix, lavoro e lavoratori sono beni primari»

Dopo l'articolo sull'eccellenza mondiale dell'azienda in tema di rispetto degli ambienti professionali, qualche isolata critica sui social. L'azienda risponde

VALDENGO - L'articolo sull'eccellenza della Bonprix, in una classifica mondiale, per la qualità dell'ambiente di lavoro, aveva portato sui social a moltissime condivisioni e apprezzamenti. Non erano mancanti, però, isolati commenti non in linea con quanto certificato dal nostro lavoro (l'articolo) giornalistico. Sull'argomento quindi l'azienda ha inviato una nota, che pubblichiamo.

Comunicato stampa
«Le Risorse Umane di bonprix ringraziano il Diario del Web, la risposta fornita corrisponde alla realtà dei fatti. Vogliamo poi informare che per candidarsi occorre inviare il proprio cv all'indirizzo apposito cv@bonprixitalia.net L«inoltro andato a buon fine è testimoniato dal ricevimento di una mail automatica di conferma. Il curriculum viene visionato ed inserito in banca dati in settimana, e conservato per 18 mesi. 
Considerato l'alto numero di candidature giornaliere che si ricevono negli ultimi anni, proprio per la difficile e dolorosa situazione del mercato del lavoro sul territorio, l'azienda da qualche tempo non effettua più un colloquio conoscitivo per tutti i candidati, pur rammaricandosi di non poterli conoscere direttamente e ringraziare per la candidatura e le professionalità offerte. Come si indica correttamente nell'articolo, il turnover è molto basso, e i pensionamenti ritardati non hanno aiutato a favorire il ricambio del personale come un tempo. Consapevoli di quanto il lavoro sia un bene primario, l'azienda ha sempre cercato di rispettare chi lo cerca, così come la cura di coloro che sono già impiegati in bonprix
».