16 dicembre 2018
Aggiornato 10:00

Biella, prima unione civile: sono due ragazze

Cerimonia oggi a Palazzo Oropa, davanti al sindaco Marco Cavicchioli

BIELLA - Davanti al sindaco Marco Cavicchioli si è costituita venerdì 11 novembre a palazzo Oropa una unione civile in città, la prima da quando è stata approvata, lo scorso maggio, la legge che ha consentito alle coppie dello stesso sesso di regolarizzare la propria relazione. «L’esperienza di questi primi mesi dall’approvazione della legge Cirinnà - spiega l’assessore alle pari opportunità Fulvia Zago - ci dice che spesso si tratta di coppie che hanno relazioni lunghe e consolidate, per le quali questo atto non è solo una procedura amministrativa ma un traguardo. Per questo ci piacerebbe, nei casi in cui le coppie stesse manifesteranno la volontà, che non ci si limiti a firme e timbri ma che si disponesse nelle nostre sale comunali una piccola cerimonia. Estenderemo il regolamento per applicare anche alle unioni civili le stesse tariffe di accesso agli spazi del Comune che sono in vigore per i matrimoni». L'unione civile è avvenuta tra due giovani donne (trentenni) che sulla cerimonia hanno chiesto fosse mantenuto il massimo riserbo.