17 novembre 2018
Aggiornato 07:30

Pitti Uomo, il ritorno di Zegna

Verrà presentata in anteprima mondiale a Firenze la collezione Z Zegna del nuovo direttore creativo Alessandro Sartori. Gildo Zegna: «La decisione è parte di un preciso programma di evoluzione del mondo Zegna»
Gildo Zegna
Gildo Zegna (Diario di Biella)

TRIVERO – È ufficiale, Zegna torna a Pitti Uomo. A gennaio sulle passerelle fiorentine sfilerà in anteprima la collezione autunno-inverno 17/18 della linea Z Zegna. «Sorella minore» della Couture, con un taglio casual-chic, Z Zegna rappresenta da sempre il segmento più innovativo del marchio e in un momento in cui si guarda con grande interesse all’active-wear, ovvero alla declinazione quotidiana degli abiti d’alta gamma, Pitti ritorna ad essere la vetrina ideale.

Pitti Uomo piattaforma per il lancio internazionale di un nuovo progetto creativo
Non a caso il tema dell’edizione numero 91 «Fashion meets Activewear» si sposa perfettamente alla nuova stagione inaugurata dall’arrivo in casa Zegna di Alessandro Sartori, che firma la sua prima collezione in qualità di direttore creativo. Per Z Zegna Pitti Uomo sarà piattaforma per il lancio internazionale di un nuovo progetto lifestyle: «La decisione di partecipare è parte di un preciso programma di evoluzione del mondo Zegna, all'interno del quale si colloca Z Zegna – spiega Gildo Zegna, amministratore delegato del Gruppo - Alessandro Sartori ha risposto con grande entusiasmo all'opportunità di presentare in questo contesto la nostra nuova visione, pensando una collezione molto innovativa, con contenuti che rispondono in pieno al tema della stagione. Al Pitti, palcoscenico mondiale di ricerca stilistica e innovazione tessile, la nostra proposta Techmerino trova la sua casa ideale».

Zegna tra Pitti e  Milano Moda Uomo
«La presentazione ufficiale della prima collezione firmata da Alessandro Sartori ha un duplice forte significato. Da una parte il salone conferma la sua vocazione di ricerca e di piattaforma per nuovi progetti realizzati dai grandi gruppi della moda internazionale, in questo caso uno dei campioni del Made in Italy. Dall'altra si porta alla ribalta il talento stilistico di uno dei più interessanti fashion designer della scena contemporanea – commenta Raffaello Napoleone, Ad di Pitti Immagine - siamo davvero felici per questo esordio, a cui abbiamo lavorato di comune accordo con l'azienda della famiglia Zegna».

Le novità?
Ma il Gruppo triverese non si ferma qui, resta confermata la presenza a Milano Moda Uomo della linea Ermenegildo Zegna Couture, che dovrebbe aprire la fashion week maschile venerdì 13 gennaio con un evento serale, i cui dettagli per ora restano top-segret.