18 novembre 2018
Aggiornato 15:30

Sagliano, al via i lavori di messa in sicurezza di via Roma

Lo scorso 18 febbraio l'area era stata sconvolta dall'esplosione dovuta a una fuga di gas. Ora l'amministrazione Forgnone è in prima linea per riaprire la strada entro fine gennaio

SAGLIANO M. - Via Roma, cuore pulsante del paese, sta per tornare a vivere. Dopo l'esplosione causata da una fuga di gas, avvenuta lo scorso mese di febbraio, che aveva danneggiato una decina di abitazioni, compresa la casa parrocchiale, la Procura di Biella ha disposto il dissequestro dell'area. In questo modo potranno partire i lavori di ristrutturazione e i commercianti avere una boccata di ossigeno. L'amministrazione Forgnone, in questi mesi, ha fatto la sua parte stanziando 23 mila euro per le spese di smassamento dei detriti e altri 40 mila per il progetto della messa in sicurezza. Ma non basta. Ora si è messa in contatto con il Cig, l'ente che tutela le utenze, per far ottenere il risarcimento assicurativo a chi è stato danneggiato dallo scoppio.

Parla il sindaco 
«Con delega - spiega il sindaco Patrick Forgnone - dei miei concittadini. E la prossima settimana partiremo coi lavori di messa in sicurezza in modo che la via sia nuovamente percorribile. Termineranno entro fine gennaio, condizioni climatiche permettendo. Certo l'opera di ristrutturazione durerà anni».

I fatti
L'episodio, che solo per miracolo non si era trasformato in tragedia, era avvenuto la sera del 18 febbraio. Erano le 20 quando la tranquillità di via Roma fu squassata da un'esplosione e l'intero paese precipitò nel buio. Immediati i soccorsi, arrivati inizialmente da una pattuglia dell'Arma, i cui militari portarono in salvo donne e bambini, mentre funzionari e agenti della Polizia di Stato tranquillizavano la popolazione. Sulle cause dell'evento, dovuto a una fuga di gas, sta ancora indagando la Procura per stabilire se fu volontaria o causata da una fatalità.