17 novembre 2018
Aggiornato 08:00

Mercatino degli Angeli, ennesimo successo

Numeri in crescita per la manifestazione dedicata ai regali di Natale: più spazi espositivi e tanti passaggi. Ma la crisi economica frena gli acquisti
Uno dei tradizionali angeli di Sorvolo
Uno dei tradizionali angeli di Sorvolo ()

SORDEVOLO - Come ogni anno, il Natale nel Biellese arriva con largo anticipo su una slitta trainata dal Teatro Popolare e dal Comune di Sordevolo, che hanno debuttato domenica 13 novembre con la quindicesima edizione del Mercatino degli Angeli. Un’abitudine che non annoia, come testimonia il considerevole numero di visitatori che anche quest’anno hanno affollato via Eugenio Bona e i giardini del Municipio durante le prime due giornate della manifestazione.

I numeri
Il numero degli espositori è aumentato a trecento, ed occuperanno a rotazione i 120 spazi espositivi, tra le 27 casette (cinque più degli anni passati) e gli svariati stand lungo la via. È facile perdersi ad osservare gli oggetti esposti, idee regalo sempre originali e significative, che farebbe piacere trovare sotto l’albero il 25 dicembre.
Ciò che è emerso parlando con i commercianti è stata, invece, la diminuzione delle vendite . Una signora sulla cinquantina, seduta dietro al suo bancone, paragonando gli anni trascorsi a questo ci dice «Non mancano le persone, ma il loro interesse nei confronti dei prodotti, forse per via della scarsa disponibilità economica». 

L'evento
Una nota amara, addolcita però dall’atmosfera tutta natalizia, suggerita tanto dalla temperatura polare e dalla nebbia quanto dai pacchi regalo in legno, dipinti da artigiani locali per addobbare il paese secondo il tema scelto per questa edizione: il dono. Pacchetti coloratissimi, disposti ad arco, segnano l’inizio del percorso e segnalano la biglietteria. Qui, dopo aver acquistato il biglietto d’ingresso, novità di quest’anno, al prezzo simbolico di 1 euro, a tutti viene offerto un biscotto, piccolo omaggio da parte degli organizzatori. È stato anche introdotto il chiosco gluten free, dove i celiaci possono gustare la classica merenda degli Angeli: cioccolata calda e panettone. 

A spasso tra le bancarelle
Un assaggio del Natale che verrà, con la possibilità di visitare anche il caratteristico Museo della Passione di Cristo e l’esposizione Oro in Mostra, che ospita le opere realizzate da Cristina Cavallo. Si tratta di composizioni realizzate con pagliuzze d’oro, estratte dal torrente Elvo, su sfondo di seta nera, mediante una tecnica segreta e raffinatissima. Splende quindi di luce, questa quindicesima edizione, un appuntamento cui fa sempre piacere prendere parte e che si ripeterà le prossime due domeniche e, infine, l’8 dicembre.