23 ottobre 2018
Aggiornato 20:30

Lavoro nero: controlli, multe e attività sospese

Operazioni dell'Arma dei carabinieri: due esercizi nel mirino, una sala gioco e una pizzeria kebab. Stranieri nei guai
Carabinieri in attività
Carabinieri in attività (Carabinieri di Biella)

BIELLA - Tre casi di lavoratori in nero sono stati portati alla luce dai carabinieri, nei giorni scorsi. In un primo caso è stato sanzionato un cittadino di nazionalità cinese (47 anni) resiste in un Comune del Basso Biellese, perché avrebbe dato lavoro senza alcun contratto ad un connazionale all'interno di una sala per slot machine; il piccolo imprenditore dovrà rispondere anche per l'aver installato una telecamere di video-sorveglianza senza la necessaria autorizzazione. A Biella invece a finire nei guai è stato un cittadino turco (29 anni) sanzionato dai militari per aver dato lavoro a due dipendenti senza contratto, sui quattro da lui utilizzati nella sua pizzeria kebap. In questo caso l'attività è stata sospesa. Complessivamente sono stati inflitte ammende amministrative per un valore di circa 8 mila euro.

Militari durante un controllo

Militari durante un controllo (© Carabinieri di Biella)