17 novembre 2018
Aggiornato 07:00

Violentava la moglie e picchiava la figlia: operaio arrestato

Operazione della Procura della Repubblica: manette per un uomo di 49 anni. Le due donne sono in una struttura protetta. I fatti risalgono al settembre del 2016

BIELLA - I carabinieri della Procura della Repubblica, nel corso di una delicata attività di polizia giudiziaria, il 24 novembre 2016 hanno tratto in arresto, in esecuzione di misura cautelare della custodia in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Biella, un cittadino italiano di origini marocchine, di anni 49, operaio, ritenuto responsabile in maniera aggravata e continuata del reato di maltrattamenti in famiglia, nei confronti della moglie di 38 anni e dei figli minori, al momento dei fatti rispettivamente di anni 15 e anni 8 nonché, del reato di violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti della moglie e, di lesioni personali a carico della coniuge. I fatti sono avvenuti in Biella nel settembre 2016 successivamente all’allontanamento dalle mura domestiche delle parti offese, collocate in struttura protetta, successivamente individuata dall’indagato. L’interrogatorio di garanzia davanti al Gip è già stato effettuato. L’attività d’indagine è stata coordinata dal Sostituto procuratore della Repubblica Maria Bambino.