27 giugno 2019
Aggiornato 12:30
Cronaca biellese

Buoni spesa di sconto in cambio di bottiglie di plastica e lattine

Accordo tra Conad e Riciclia, azienda veneta, a Cossato e a Candelo. Inaugurazioni e funzionamento

COSSATO - Buoni sconto e premi in cambio di bottiglie in plastica, flaconi e lattine in alluminio: si tratta della formula del riciclo incentivante che arriva anche in provincia di Biella grazie alla partnership tra Riciclia, azienda veneta che ha sviluppato un modello di filiera del riciclo vantaggioso per tutta la comunità, e i supermercati Conad di Cossato e Candelo. I Riciclia Point, i primi di questo genere in Piemonte, saranno operativi rispettivamente da mercoledì 7 e da venerdì 9 dicembre.

Taglio del nastro
La prima inaugurazione è prevista per mercoledì 7 dicembre: appuntamento alle 11 al Conad di Cossato in via Marconi 18. Insieme allo staff di Riciclia e di Conad, a disposizione della cittadinanza per dare informazioni e istruzioni sul funzionamento dell'ecocompattatore, sarà presente anche, dalle 12, Alessandro Pizzi, vicepresidente del Cosrab, il Consorzio smaltimento rifiuti urbani dell'Area Biellese. A seguire venerdì 9 dicembre, sempre a partire dalle 11, taglio del nastro per il Riciclia Point al Conad di Candelo, in via Viana Iside 38, insieme al sindaco di Candelo, Mariella Biollino.

Funzionamento
Come funziona: i cittadini conferiscono i loro imballaggi vuoti (bottiglie in PET, flaconi in HDPE e lattine in alluminio) nell'eco-compattatore Riciclia e ricevono subito in cambio uno scontrino sul quale sono indicati i Punti omaggio validi per partecipare alla Raccolta punti Conad «miPREMIO» che prevede sconti e premi per i possessori di Carta Insieme Conad. Per ogni pezzo conferito si ricevono 2 Punti. Maggiori dettagli sulle promozioni nel sito www.conad.it. Il sistema del riciclo incentivante, oltre a sensibilizzare la cittadinanza rispetto al tema della Salvaguardia ambientale, promuove il commercio del territorio e rappresenta un innovativo Servizio Sociale per le famiglie, che risparmiano sulla spesa grazie al recupero di materiali abitualmente considerati come scarti, non certo come un valore. Dall'altro lato questo circolo virtuoso di raccolta permette ai Comuni di abbattere i costi di gestione e smaltimento rifiuti, con ripercussioni positive dunque anche sulle tasse a carico dei cittadini.