19 agosto 2019
Aggiornato 03:30
Sanitą biellese

Lilt, Centro oncologico di riferimento nazionale ed europeo

Taglio del nastro per la struttura di via Ivrea, ieri. Autoritą politiche e cittadine a sottolineare l'importanza della struttura al di lą dei confini territoriali

BIELLA - Spazio Lilt da ieri è aperto ufficialmente: il centro oncologico multifunzionale di prevenzione e riabilitazione della Lega italiana contro il tumori sarà un punto di riferimento nazionale ed europeo, così hanno spiegato le diverse autorità che hanno partecipato al taglio del nastro della struttura in via Ivrea. Presenti rappresentanti delle istituzioni locali e regionali: dal presidente regionale Sergio Chiamparino, all'assessore alla sanità Antonio Saitta, passando per il sindaco Marco Cavicchioli ed il consigliere regionale Vittorio Barazzotto, oltre ai parlamentari Nicoletta Favero e Roberto Simonetti. Tra gli ospiti d'onore, anche il vescovo Gabriele Mana. Inoltre: il presidente nazionale Lilt Francesco Schittulli. A far gli onori di casa il presidente biellese della Lilt, Mauro Valentini. Al mattino la cerimonia, al pomeriggio un momento di porte aperte, per mostrare ai cittadini quanto realizzato. Una giornata importante per la prevenzione al cancro e per la sanità.

   

Un momento dei discorsi ufficiali

Un momento dei discorsi ufficiali (© Diario di Biella (M))

Il taglio del nastro

Il taglio del nastro (© Diario di Biella (M))

Autoritą in posa

Autoritą in posa (© Diario di Biella (M))

Telecamere, fotografie durante la presentazione di ieri

Telecamere, fotografie durante la presentazione di ieri (© Diario di Biella (M))