25 luglio 2021
Aggiornato 20:30
Aziende

Lauretana apre un nuovo magazzino da 3 mila metri quadri

Per l’acqua biellese un sito a Occhieppo Superiore. 2016 in crescita del 10% e boom dell’export: i tedeschi non amano solo le bionde, vendute in Germania 10 milioni di bottiglie

GRAGLIA – Circa 100 addetti, investimenti per 10 milioni di euro negli ultimi tre anni ed un nuovo polo di stoccaggio in arrivo a febbraio. Lauretana continua a crescere, e chiude il 2016 annunciando l’ormai prossima apertura di un magazzino di 3 mila metri quadri a Occhieppo Superiore, un po’ più a valle del quartier generale di Graglia, ma sempre nel territorio che conferisce nel ben note qualità all’«acqua più leggera d’Europa.

Un nuovo magazzino a Occhieppo, il business dell’acqua minerale continua a crescere
«Per ragioni logistiche e di spazio abbiamo deciso che era tempo di aprire un nuovo magazzino – conferma il presidente di Lauretana, Giovanni Vietti – a inizio 2016 abbiamo installato a Graglia due nuove linee produttive ed un nuovo impianto di climatizzazione, un investimento importante, che però ha tolto spazio per lo stoccaggio in sede. Nonostante avessimo ampliato il magazzino 2 anni fa, non riuscivamo più a gestire in modo fluido materie prime e prodotti finiti». Da qui l’idea di stanziare 2,5 milioni di euro per l’acquisto di un terreno di 9 mila metri quadri su cui si sta insediando proprio ora il nuovo polo. «Servirà per stoccare le materie prime come bottiglie ed etichette ed anche rendere più agevoli le operazioni di carico destinate alla grande distribuzione ed ai container diretti all’estero». Si accorcia la strada di soli 6 km, ma tanto basta per rendere più semplice il trasporto sui grandi mezzi, che non dovranno più risalire la provinciale fino alla frazione Campiglie.

Export in crescita: in Germania 10milioni di bottiglie dell’acqua biellese
Quando Vietti cita estero e grande distribuzione parla di numeri importanti. Lauretana chiude il 2016 con un fatturato di 29 milioni di euro, in crescita del 10%, e supera la soglia del 20% di fatturato proveniente dall’export, diretto sia alla ristorazione sia alla grande distribuzione: «Siamo in crescita soprattutto sul mercato tedesco – conferma il presidente – ad oggi esportiamo in Germania 10 milioni di bottiglie, il 16% in più rispetto al 2015. Per dare un ordine di grandezza, la Germania viene per numeri subito dopo l’intero circuito nazionale di Esselunga che serviamo con la nostra acqua».

Il made in Italy dell’acqua che piace anche in Cina
Un’ulteriore nota interessante sull’export arriva dal mercato cinese, su cui Lauretana sta guadagnando punti. Pare strano a noi italiani che abbiamo fonti in ogni regione far viaggiare per milioni di chilometri delle bottiglie d’acqua, ma mandare un container in Cina è sufficientemente economico da tratte un guadagno ed il Far East resta assai sensibile all’allùre che circonda i prodotti Europei, o ancora meglio italiani, che conservano il proprio status di beni di qualità e lusso.

Un’acqua eccezionale, lo dicono le tre stello d’oro dell’International Taste & Quality Institute
Ma non può essere solo una questione di «fascino», il successo di Lauretana ha radici più profonde, arriva da più di mezzo secolo di lavoro, e dalle proprietà riconosciute delle acque biellesi. Nota per il claim «acqua più leggera d’Europa», Lauretana nel 2016 si è aggiudicata un ulteriore riconoscimento, ha ottenuto 3 stelle d’oro per la sua acqua minerale naturale ed altrettante per la frizzante, una valutazione destinata ai prodotti eccezionali che ottengono un punteggio superiore al 90% dalla giuria dell’International Taste & Quality Institute (iTQi), l'organizzazione leader mondiale nella degustazione e promozione di alimenti e bevande dal gusto superiore.