17 novembre 2017
Aggiornato 18:30
Pitti Immagine Uomo

Vitale Barberis Canonico a Pitti rende omaggio all'homo elegans

Con Liverano & Liverano, una delle sartorie più famose a livello internazionale, l'azienda di Pratrivero organizzerà un'esposizione di abiti sartoriali unici

Un'immagine della scorsa edizione di Pitti Immagine Uomo (© Press Office Pitti Immagine Uomo)

BIELLA - Il lanificio Vitale Barberis Canonico e Liverano & Liverano, una delle sartorie più famose a livello internazionale, rendono omaggio all’homo elegans organizzando un’esposizione di abiti sartoriali mercoledì 11 gennaio presso l’atelier sartoriale di via dei Fossi 43 R a Firenze. I 5 abiti che saranno esposti sono stati creati dalla rinomata sartoria fiorentina con alcuni dei tessuti iconici di Vitale Barberis Canonico: la flanella cardata, il perennial, la tela ritorta 4 capi, la barathea, il superbio.

Superbio Vitale Barberis Canonico e Liverano & Liverano

Superbio Vitale Barberis Canonico e Liverano & Liverano (© Press Office Vitale Barberis Canonico)

I tessuti
La Flanella cardata non può mancare in un guardaroba maschile. Preziosa quanto modesta, perché rifugge da luminescenze eccessive, l’uomo che la indossa appare autorevole e riservato. Con un peso di 340 grammi, il tessuto è presentato in tutte le livree della tradizione: pied de poule, principe di Galles, finestrati e gessati, questi ultimi anche con la riga bouclé che è una pennellata di contemporanea leggerezza. 
Il Perennial offre tinte unite e disegni classici in una gamma così vasta da garantire equilibrio e misura senza che nessuno debba rinunciare a esprimere il proprio stile. Per un uomo che vuol far capire chi è, non solo quello che vuole, in questo tessuto in cui la fluidità dell’armatura e la qualità delle lane Super 110’s concorrono a valorizzare l’abito, e il confortevole peso di 260 grammi a far star bene la persona.
La tela ritorta 4 capi, è un articolo destinato ai conoscitori, che sanno che solo rispettando le antiche regole dell’arte, il tessuto acquisisce le virtù che lo rendono unico. Le lane volutamente non sottili gli infondono carattere, le sapienti torsioni lo rendono aerato e ingualcibile. In tinta unita sa essere formale senza mai diventare severo e nei rigati ha il tocco professionale della city, ma con un’energia che evita ogni legnosità. Come blazer, rivela un dinamismo che lascia il segno.
Vitale Barberis Canonico è tra le poche aziende al mondo che producono la Barathea. Traspirante e dinamica, è la scelta più giusta per uno smoking che si potrà indossare per molti anni e in tutte le stagioni. L’aggiunta di un 30% di mohair ne fa un tessuto fresco e scattante, che si presenta sempre al meglio, proprio come vuole essere l’uomo in una grande serata.
Il Superbio, invece, è ispirato alla serenità del mondo classico, in cui ogni cosa ha un sapore, un posto, un tempo. La tradizione che è orgoglioso di rappresentare non è il cassetto delle cose vecchie, né la serra dove tutto cresce a comando, bensì il giardino dove le piante fioriscono ciascuna nella sua stagione. Il suo ambiente è l’inverno, quando la sobrietà dei colori e il rigore dei disegni sono in armonia col grande riposo della natura. Un tessuto da sartoria, che mette il sapere e la fantasia di una casa centenaria al servizio di chi ama vestire.

Il sodalizio senza tempo
I 5 tessuti sono stati interpretati dalle sapienti mani del maestro Antonio Liverano e del suo gruppo di artigiani che ogni giorno con passione creano abiti per gli uomini che amano indossare abbigliamento classico fatto a mano. L’occasione è la celebrazione del solido legame e della condivisione di valori che uniscono da anni Vitale Barberis Canonico e la storica attività fiorentina. I tessuti del Lanificio, sia quelli utilizzati per l’esposizione sia molti altri, saranno presenti presso lo storico Atelier di Via dei Fossi 43 R a Firenze.