29 giugno 2017
Aggiornato 09:00
Moda

Al via la 91esima edizione di Pitti Uomo

1220 brand riuniti a Firenze. Tra i biellesiZ Zegna presenta la nuova collezione e Lanificio F.lli Cerruti promuove i nuovi talenti. La fiera rende omaggio a Ciro Paone di Kiton e a Paul Smith

Un'immagine della scorsa edizione di Pitti Uomo (© Press Office Pitti Uomo)

BIELLA – Apre i battenti oggi, a Fortezza da Basso, l’edizione numero 91 di Pitti Uomo. Da qui a venerdì sfileranno 1220 brand di moda maschile, di cui il 44% stranieri, e a Firenze sono attesi circa 25 mila addetti al settore, che si destreggeranno tra un calendario fitto di eventi. Non manca la compagine biellese, con in primo piano il ritorno di Ermenegildo Zegna ed un’iniziativa di Lanificio F.lli Cerruti dedicata a sarti ed artigiani emergenti del mondo fashion.

Zegna torna a Pitti con Alessando Sartori
C’è molto attesa attorno alla decisione della Ermenegildo Zegna di presentare al Pitti la collezione Autunno-Inverno 17/18 della linea Z Zegna, la prima con Alessandro Sartori nei panni di direttore creativo. «Sorella minore» della Couture, con un taglio casual-chic, Z Zegna è da sempre il segmento più innovativo del marchio e in un momento in cui si guarda con grande interesse all’active-wear, la scelta di Pitti rappresenta una mossa strategica per il futuro del brand, come spiega lo stesso Gildo Zegna, ad del Gruppo: «La decisione di partecipare è parte di un preciso programma di evoluzione del mondo Zegna, all'interno del quale si colloca Z Zegna. Alessandro Sartori ha risposto con grande entusiasmo all'opportunità di presentare in questo contesto la nostra nuova visione, pensando una collezione molto innovativa, con contenuti che rispondono in pieno al tema della stagione Fashion meets Activewear. Al Pitti, palcoscenico mondiale di ricerca stilistica e innovazione tessile, la nostra proposta Techmerino trova la sua casa ideale».

Il Pitti di Biella e dintorni
Accanto a Z Zegna, che si presenta al Teatrino Lorenese, altri nomi della moda made in Biella saranno di scena a Firenze. Tra questi Stefano Ughetti, aficionado con la sua linea Camo, Cappellificio Biellese 1935, Luciano Barbera, e i marchi Brooksfied e Valdstar, che fanno capo alla Beta di Verrone. Biellese ormai solo nel cuore, perché passata ad una proprietà coreana, anche Fila torna a Pitti, mentre un Lanificio biellese di nome e di fatto, F.lli Cerruti, insieme a DeGorsi luxury consulting, organizza al «Salon of Excellence» di Palazzo Capponi Vettori due iniziative. Si tratta di The New Sartorial Thread - Nuovo Filo Sartoriale, il lancio globale di una promozione diretta ad una nuova generazione di sarti e artigiani, e Masters of Craftmanship, mostra di Sartoria Chiaia, Sartoria Siotti, Sartoria Carfora, Camiceria Siniscalchi e Calzoleria Rivolta. Vitale Barberis Canonico collabora, invece, con la sartoria Liverano & Liverano che presenterà cinque abiti realizzati con i celebri tessutai biellesi. Fuori distretto ma senza andar troppo lontano si segnala anche la presenta di PT Pantaloni Torino, storica azienda torinese di pantaloni alto di gamma, che celebra il decimo anniversario del brand con un evento esclusivo.

Eventi e ospiti speciali: a Pitti sir Paul Smith e Ciro Paone di Kiton
«Due o tre cose che so di Ciro» è il titolo dell’evento che Pitti Immagine ha scelto di dedicare a Ciro Paone, fondatore di Kiton – azienda che ad oggi controlla anche il Lanificio Barbera - e grande imprenditore della moda italiana. «Per noi Ciro Paone è sempre stato un riferimento di simpatia, eleganza, visione e coraggio – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – e il suo lavoro un esempio di ricerca e al tempo stesso di salvaguardia della tradizione. Rappresenta il meglio della sartoria contemporanea, e al tempo stesso uno degli imprenditori più illuminati della moda italiana. L?evento sarà un’immersione nel gusto, nella passione e nell'indefessa dedizione alla causa del bello, che attraversano la sua vita e la sua carriera». Il progetto espositivo è curato da Angelo Flaccavento. Infine, guest-star dell’edizione 91 sarà sir Paul Smith, che presenterà la collezione Autunno/Inverno 2017 di PS by Paul Smith, linea contemporary dello stilista inglese che attinge al suo stile iconico ma si caratterizza per colori e stampe decisi mixati a tessuto tecnici e performanti.