15 dicembre 2017
Aggiornato 20:30
Comune

Biella, il Villaggio del futuro sogna con un progetto da 4 milioni

Bando del Governo: il piano dell'amministrazione è al 30° posto in una graduatoria nazionale per ottenere i finanziamenti necessari per una serie di opere. Ecco l'elenco previsto. Il sindaco Cavicchioli: «La nostra posizione elevata in classifica ci mette nelle condizioni di essere nel secondo round dei finanziamenti statali»

(© Diario di Biella)

BIELLA - Il progetto presentato da Biella per il bando del Governo per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie è stato inserito al 30° posto nella graduatoria pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 5 gennaio sulle 120 candidature di capoluoghi di provincia e città metropolitane. La serie di interventi concentrati al Villaggio La Marmora ha così ottenuto il secondo miglior risultato del Piemonte: solo Torino e Asti (con lo stesso punteggio ma con un piazzamento appena più positivo) hanno fatto meglio. La posizione, soprattutto, è una garanzia di poter ricevere in tempi brevi il denaro richiesto, poco più di 4 milioni di euro sui 5,5 milioni di valore complessivo del progetto.

Le parole del sindaco
Come spiega il decreto del presidente del Consiglio, i primi 24 progetti in classifica riceveranno subito i fondi, attingendo da quelli messi a disposizione al momento della pubblicazione del bando. «Ma, come garantito a ottobre dall’allora premier Renzi e come confermato nell’articolo 141 della legge finanziaria approvata a dicembre - spiega il sindaco Marco Cavicchioli -. Ci saranno risorse a disposizione per tutti i progetti presentati. La nostra posizione elevata in classifica ci mette nelle condizioni di essere nel secondo round dei finanziamenti statali».

Le parole dell'assessore
«La posizione in classifica - aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Sergio Leone - ci soddisfa ed è la conferma del buon lavoro svolto dagli uffici comunali, che hanno tradotto in un progetto valido e apprezzato le indicazioni dell’amministrazione. Riqualificare le periferie urbane legandole meglio al centro era parte del nostro programma. Ora stiamo cominciando a metterlo in pratica».

Ecco l’elenco degli interventi che sono inseriti nel maxi-progetto:

- Riqualificazione dei servizi igienici e delle aree verdi a corredo di mercato di piazza Falcone e skate park (300 mila euro).

- Adeguamento della ludoteca di via Dorzano (600 mila euro) che manterrà la sua offerta formativa attuale, ampliandola, e sarà collegato alle azioni sociali di accompagnamento "Famiglie in gioco" (75 mila euro) che, anche attraverso un prolungamento degli orari di apertura il sabato e la domenica consentano ai genitori di partecipare ai giochi e ai laboratori dei bimbi, ma anche a seminari con esperti su temi educativi.

- Riqualificazione del condominio solidale di piazza Molise (120 mila euro) collegata ad azioni sociali di accompagnamento "L'abitare indipendente" (120 mila euro), utilizzando per esempio gli spazi comuni del condominio ma anche le altre strutture presenti nel quartiere (come la Casa di Giorno), per favorire la socializzazione e il mutuo aiuto tra i residenti. Con il progetto, una maggior presenza di operatori consentirà un più attento monitoraggio e supporto ai residenti e alle loro fragilità.

- Riqualificazione energetica ed accessibilità della Casa di Giorno (300 mila euro)

- Ristrutturazione del fabbricato di proprietà comunale di via Ponderano 12 (360mila euro), uno dei cui appartamenti sarà trasformato in "alloggio di sgancio", ovvero una prima casa per i neo-maggiorenni cresciuti in comunità che li accompagni verso la piena indipendenza e l'inserimento nella società; questo segmento di progetto ha il valore di 170 mila euro.

- Rifacimento di spogliatoi, servizi e terreno di gioco al campo sportivo di via Gersen (700 mila euro).

- Rifacimento in erba sintetica del terreno di gioco del campo sportivo di corso 53° Fanteria (1 milione di euro)

- Lavori vari alla piscina comunale (800 mila euro).

- Realizzazione di piste ciclabili lungo le direttrici Nord-Sud ed Est-Ovest (160 mila euro) anche in base alle indicazioni ottenute dalla commissione per la mobilità sostenibile.

- Rigenerazione del parco giochi di via Valle d'Aosta (110 mila euro).

- Rigenerazione del parco giochi al giardino Padre Bonzanino tra via Piemonte e via Umbria (87.380 euro)

- Riqualificazione di viali alberati e verde connettivo (50 mila euro).

- Ristrutturazione fabbricato di proprietà comunale di via Ponderano 7 (200 mila euro).

- Ristrutturazione fabbricato di proprietà comunale di via Ponderano 11 (320 mila euro).

- Rigenerazione del parco giochi dello stadio La Marmora-Pozzo (72.500 euro).