2 giugno 2020
Aggiornato 17:00
Cronaca biellese

Strade provinciali in tilt per la neve. E Ramella si scusa

Il presidente dell'ente dice: «Sono rammaricato. Abbiamo fatto il possibile. Risultati non all'altezza. Chiederemo conto alla aziende»

BIELLA - Nelle ultime ore lungo alcuni tratti di strade provinciali sono avvenuti alcuni sinistri a causa delle presunte cattive condizioni del manto stradale. Il presidente della Provincia di Biella Emanuele Ramella Pralungo e l’amministrazione provinciale tengono a precisare che tutto quanto era possibile fare da parte degli uffici tecnici è stato fatto. Tuttavia alcuni interventi non sono avvenuti in modo conforme e puntuale.

Le parole del presidente
«Sono davvero rammaricato – ha dichiarato Ramella Pralungo – di quello che è accaduto ad alcuni concittadini utenti della strada, ma devo dire che il sottoscritto e gli Uffici hanno fatto tutto il possibile, con diversi e continui solleciti alla ditta e con la vigilanza sul territorio da parte del personale cantoniere, a cui però, in un lotto, non sono seguiti i risultati sperati. Qualora la Provincia dovesse ricevere richieste di risarcimento danni relative al lotto sul quale sono stati riscontrati inadempimenti, verranno imputate a carico della ditta appaltatrice. La Provincia di Biella ha già chiesto un confronto urgente e comunicato alla ditta che, a seguito di quanto accaduto, procederà formalizzando le inadempienze contrattuali, con tutte le conseguenze che ne seguiranno». E ancora: «Ritengo ora doveroso, invece rivolgere, il mio ringraziamento a tutte le altre ditte appaltatrici per l’operato svolto e la tempestività degli interventi posti in essere nei lotti di loro competenza, consegnando così strade in buone condizioni ai biellesi».