2 giugno 2020
Aggiornato 17:30
Valle Elvo

Tangenziale di Graglia, programmati i lavori

Arteria chiusa da anni. La vertenza giudiziaria è dal 2011. Soddisfazione del sindaco del paese, Rocchi: «A quando la fine degli innumerevoli disagi?». Ramella Pralungo della Provincia: «Stiamo facendo il possibile per giungere alla conclusione»

BIELLA - E’ avvenuto questa mattina l’incontro tra il presidente della Provincia di Biella, Emanuele Ramella Pralungo e il sindaco del Comune di Graglia, Elena Rocchi. Oggetto dell’incontro il punto della situazione e la programmazione delle tempistiche per le ormai prossime fasi della procedura di approvazione dei progetti esecutivi relativi al ripristino della tangenziale di Graglia. A seguire la messa in opera.

La vicenda giudiziaria
Dall’incontro, calendarizzato a seguito dell’udienza tenutasi in Tribunale alla fine del mese di dicembre, proprio nel periodo delle festività natalizie, è emerso che è finalmente possibile programmare quanto necessario per il rifacimento della tangenziale di Graglia. L’annosa vertenza giudiziaria, datata 2011, infatti, dovrebbe essere prossima alla conclusione, in quanto dopo la predetta udienza e dopo il deposito delle memorie finali delle parti, il giudice dovrebbe assumere le proprie decisioni, depositando la propria sentenza. La considerazione più importante emersa al termine del giudizio avanti al Tribunale di Biella è che non sono ritenute più necessarie indagini ulteriori sul sito interessato dai lavori ed è quindi possibile pianificare l’apertura del cantiere.

Le varie fasi
La Provincia di Biella quindi ha già provveduto, immediatamente a seguito dell’udienza, ad attribuire gli incarichi per la progettazione esecutiva dei lavori e per le verifiche connesse, mentre l’amministrazione comunale ha rilasciato il permesso di costruire. Le tempistiche prevedono che entro il prossimo marzo termineranno le fasi di progettazione esecutiva e di verifica cui seguirà la procedura di gara per l’assegnazione dei lavori. La Provincia ed il Comune si sono quindi accordati per organizzare un incontro a Graglia entro il mese di marzo per illustrare alla cittadinanza il progetto e le tempistiche connesse.

Parla il presidente provinciale
«Sono anni che sentiamo parlare della tangenziale di Graglia – così il presidente Ramella Pralungo – ma nessuno di noi ha mai potuto utilizzarla o vederla. Oggi possiamo dire che stiamo facendo il possibile per giungere alla conclusione di questa epopea e siamo pronti a compiere tutti i passi necessari, malgrado le difficoltà economiche dell’ente. Fino ad oggi siamo stati bloccati dalla burocrazia, oggi possiamo procedere e lo faremo quanto più speditamente possibile, ovvio però che i tempi tecnici li dobbiamo rispettare».

Il primo cittadino
«L’incontro di oggi – ha dichiarato il sindaco di Graglia Elena Rocchi – giunge al termine di un lungo periodo di attesa dovuto forzatamente alla pendenza della causa avanti al Tribunale di Biella che impediva la modifica dello stato dei luoghi. Venuto meno tale impedimento siamo fiduciosi delle rassicurazioni avute dal presidente della Provincia che ha seguito con attenzione la vicenda accogliendo, da ultimo, l’invito dell’amministrazione comunale ad un incontro prima con la giunta, avvenuto oggi, e poi con i cittadini, in modo da trasmettere a tutti le necessarie rassicurazioni e comunicare le tempistiche per la tanto attesa riapertura della strada così da mettere fine agli innumerevoli disagi fino ad oggi sopportati dai cittadini di Graglia».