21 settembre 2018
Aggiornato 19:00

Bielmonte: Orleoni assolto dall'accusa di lesioni

Una minore era rimasta incastrata con una gamba nell'impianto di risalita. Risarcimenti vittima e familiari. E il processo ha stabilito che l'impianto era a norma
(Diaro di Biella)

PIATTO - Accusato di lesioni nei confronti di una minore, infortunatisi a Bielmonte, Giampiero Oreloni, responsabile della località sciistica di Bielmonte, assistito dagli avvocati Gianluca Maita e Daniele Mazzoleni del Foro di Torino, è stato prosciolto dal giudice Pietro Brovarone.

La storia
I fatti risalgono al 9 gennaio del 2012. La ragazzina, snowbord ai piedi, stava cercando di risalire sulle piste con il tapis roulant in dotazione alla struttura sciistica. Finita a terra, aveva cercato di rialzarzi infilando la tavola nel meccanismo che, seppure immediatamente bloccato, le aveva causato gravi lesioni a uno degli arti inferiori.

Risarcimento e inchiesta
Soccorsa e trsportata in ospedale, la prognosi emessa era stata negativa: ci sarebbero voluti negli anni diversi interventi di chirurgia plastica. Interventi di cui si è fatto carico lo stabilimento sciistico, che ha comunque provveduto a risarcire la vittima per senso di responsabilità. Quello che però ha pesato sulla decisione del giudice è stato il fatto che il meccanismo incriminato, come evidenziato dai difensori, fosse in regola con le normative europee e che si fosse tratto di un evento imprevedibile.