21 settembre 2018
Aggiornato 13:30

Alleanza tra vigili urbani: pioggia di contravvenzioni

Primi pattugliamenti insieme sulle strade tra gli agenti dei due Comuni: 35 violazioni tra revisioni scadute, guida dell'auto con il cellulare e divieti di sosta

BIELLA - Sono stati tre servizi di pattuglia gestiti in comune il primo esperimento sul campo del nuovo accordo tra Biella e Gaglianico, entrato in vigore il 1 febbraio, per la polizia municipale. E hanno consentito di sanzionare 35 violazioni, «la maggior parte delle quali» sottolinea l’assessore Stefano La Malfa «per comportamenti pericolosi».

L'attività
I tre servizi sono stati organizzati in fasce orarie differenti, uno al mattino, uno al pomeriggio e uno in orario serale. Tutti e tre si sono svolti in parte nel territorio di Biella e in parte in quello di Gaglianico. Delle 35 violazioni, 19 sono state rilevate a Biella e 16 a Gaglianico. A Biella le sanzioni hanno riguardato 11 divieti di sosta, 4 revisioni scadute, 3 cinture di sicurezza, 1 guida con cellulare; a Gaglianico 4 guida con cellulare, 3 revisioni scadute, 4 divieti di sosta, 2 guida senza patente al seguito, 1 veicolo senza assicurazione, 1 violazione segnaletica stradale.

Il commento
«La maggior parte delle multe - osserva La Malfa - è per assenza di assicurazione, revisione scaduta, guida con cellulare, guida senza cinture di sicurezza, ovvero per comportamenti anche gravemente lesivi della sicurezza della circolazione stradale. Quanto ai primi giorni di questo esperimento di gestione comune, sono molto soddisfatto dello spirito di collaborazione che sta animando i dirigenti dei due Comuni e, soprattutto, gli agenti delle rispettive polizie municipali».