21 settembre 2018
Aggiornato 14:30

Astensione giudici onorari: slittano decine di udienze

Non si è riusciti a trovare un accordo malgrado la manifestazione dello scorso 16 febbraio a Roma
(Diario di Biella)

BIELLA - Primo giorno di astensione dei magistrati onorari e primo giorno di passione anche al tribunale di Biella. Sono stati infatti una settantina, solo oggi, lunedì 20 febbraio, i processi rinviati dal giudice onorario Pietro Brovarone, esponente Federmot, il sindacato che assiste questa categoria di lavoratori del pianeta giustizia. Neppure la protesta a Roma dello scorso 16 febbraio, a cui avevano partecipato, per Biella, lo stesso Brovarone e il vice procuratore onorario Elena Lionetti, è riuscito a scongiurare il blocco delle udienze.

Il punto
Da una parte l'Associazione nazionale magistrati che esclude una possibile manovra di inquadramento e dall'altro il ministro, che cerca di aprire uno spiraglio. Alla fine, l'intesa non è stata trova e le braccia, togate, sono state incrociate. Soltanto in città, nel corso dell'ultima astensione, erano stati circa 200, in appena cinque giorni, i procedimenti rinviati, con grave nocumento anche per chi era stato chiamato a testimoniare, rimettendoci ore di lavoro. Lavoro che i magistrati onorari rivendicano e chiedono essere riconosciuto come merita, visto l'importante supporto dato ai colleghi togati.