11 dicembre 2019
Aggiornato 20:30
Biella

Barazzetto e Vandorno insicuri: i residenti propongono idee, la Giunta stanzia 120 mila euro

Telecamere e manutenzione stradale, soprattutto, le richieste del faccia a faccia tra residenti e amministrazione. Prossimo appuntamento al Piazzo. Sindaco Cavicchioli: «Ci servono le risorse»

BIELLA - La sicurezza stradale, ma anche la lotta contro i furti, e la necessità di piccole manutenzioni più puntuali sono state al centro anche della giunta nei quartieri a Barazzetto e Vandorno. L'incontro si è tenuto lunedì nella sala del teatrino Frignani, accanto alla chiesa del Vandorno, ed è stata forse la tappa più partecipata finora tra quelle già svoltesi nei quartieri, con i cittadini che hanno continuato ad aggiungere file di sedie per trovare posto. Dopo la seduta dell'esecutivo alle 19 con l'approvazione delle delibere, alle 20,30 si sono aperte le porte e il dibattito è entrato subito nel vivo.

Sicurezza al primo posto
La sicurezza è stata messa in primo piano, sia da parte di chi lamentava le troppe auto che percorrono strada Barazzetto Vandorno a velocità elevata sia da parte di chi ha segnalato un aumento nel numero dei furti negli appartamenti. Un cittadino ha anche consegnato un piccolo progetto con i punti in cui installare sei videocamere per tenere sotto controllo gli accessi principali ai due rioni collinari. Sindaco e assessore La Malfa hanno spiegato il piano straordinario per la sicurezza finanziato con 120 mila euro che prevede, tra le altre cose, l'acquisto degli «armadi» arancione che possono contenere gli autovelox, come deterrente. «Inizieremo a raccogliere statistiche sulle vie cittadine, compresa strada Barazzetto Vandorno - ha spiegato La Malfa - quando a numero di auto in transito, numero di incidenti e velocità media. In quelle che risulteranno più a rischio installeremo gli autovelox». Anche sulle telecamere per il controllo del territorio sono previsti investimenti: «Il recente decreto Minniti - ha aggiunto Marco Cavicchioli - ha dato più poteri ai sindaci. Speriamo ci dia anche maggiori risorse».

Manutenzione
Tra le segnalazioni per manutenzioni, dalle buche sull'asfalto alle potature di piante e siepi, c'è stato anche tempo per due aggiornamenti. L'ex asilo nido, come ha spiegato l'assessore all'istruzione Teresa Barresi, sarà destinato a ospitare le aule della scuola primaria, che è in crescita quanto a iscritti. I lavori di adeguamento inizieranno in modo da essere pronti per il 2018. Un sopralluogo è già stato compiuto dall'assessore Barresi insieme alla collega Valeria Varnero. Alla richiesta dell'ex presidente del rione Vandorno Federica Perona, sulla mancanza di ossari nei cimiteri che impedirebbe ai defunti che scelgono la cremazione di essere seppelliti nel loro quartiere, ha risposto l'assessore Sergio Leone: «Porteremo in consiglio comunale a maggio una variazione al regolamento di polizia mortuaria che consentirà di ospitare nei loculi già occupati anche le ceneri di altri due congiunti».

E ora al Piazzo
La prossima giunta nei quartieri sarà lunedì 10 aprile. L'appuntamento è al Piazzo e la sede è palazzo Ferrero. Come di consueto sindaco e assessori si riuniranno alle 19 a porte chiuse per l'approvazione delle delibere. Dalle 20,30 inizierà l'incontro con i cittadini.