23 luglio 2019
Aggiornato 17:00
Salute e sociale

Nuovo Ospedale: donati kit speciali per le donne in difficoltà

Le associazioni biellesi che hanno a cuore i temi femminili danno concreto sostegno alle attività di cura per le persone vittime di violenza

BIELLA - Chi è vittima di violenza e si ritrova in ospedale, oltre al momento drammatico vissuto, spesso fa i conti con una fragilità derivante anche dalla mancanza di piccole cose. Strumenti di prima necessità che durante i frangenti vissuti in ospedale spesso si rilevano di grande aiuto. Le associazioni biellesi che da sempre sul territorio pongono attenzione al problema della violenza sulle donne, hanno donato all’ospedale di Biella materiali di prima necessità (come biancheria intima, tute, ciabattine monouso, kit di bellezza con bagnoschiuma, ma anche più semplicemente spazzolino e dentifricio).

Gli enti e le aziende sostenitrici del progetto
Un gesto di sostegno concreto mostrato dalle associazioni Non Sei Sola, VocidiDonne, Snoq?Biella, Underground e Donne Nuove impegnate sul territorio a vario titolo nella prevenzione e nel contrasto alla violenza di genere. Tutto ciò è stato possibile anche grazie alla solidarietà dimostrata da parte di attività imprenditoriali e commerciali che hanno voluto contribuire al progetto, condividendone gli obiettivi: Erboristeria Rugiada - erboristeria e celiachia, Agorà Palace Hotel di Biella, Madiva Maglieria di Valdengo s.a.s. e BonPrix s.r.l.

Attenzione e cura
«Grazie alle associazione e a tutti coloro che hanno contribuito – ha detto il direttore generale dell’Asl Bi Gianni Bonelli -. Il tema della violenza sulle donne continua purtroppo a rappresentare un male sociale e come Azienda siamo impegnati per offrire alle vittime l’assistenza di cui hanno bisogno. Queste donazioni sono soprattutto un gesto di attenzione e l’attenzione è sempre sinonimo di cura».