28 giugno 2017
Aggiornato 12:30
Pallacanestro Biella

Hall fa il marziano. E Venuto continua a far sognare

Le pagella della squadra che ha piegato Verona (83-76)

Buona prova per Amedeo Tessitori (foto Tesoro) (© Pallacanestro Biella)

BIELLA - Tutti sufficienti i ragazzi di coach Carrea nell'esordio dei play off contro Verona (le dichiarazioni degli allenatori). Ecco le pagelle della partita.

FERGUSON voto 7 - Percentuali al tiro basse. Diversi momenti in cui non legge bene la partita. Ma nell'economia complessiva della gara, il suo contributo c'è. E alla grande. Non a caso il coach lo tiene quasi sempre in campo.

HALL voto 9 - Primo quarto da fantascienza (16 punti). Poi eccede un po': sia nei tiri (forzati) sia nei suoi abituali gigioneggi, in questo caso con gli avversari. Nel corso della gara comunque è il faro della squadra. Dominatore assoluto della scena, come al solito. Ha una fame di vittoria impressionante.

MASSONE ne

VENUTO voto 8 - Ha bisogno di tempo per entrare in partita. Merito anche del valore degli esterni di Verona. Poi piazza una serie di triple impossibili che spaccano il match, proprio quando gli ospiti provano a recuperare. E' un po' come Mike Hall: non finisce mai di stupire e gli elogi rischiano di essere ripetitivi.

POLLONE L. voto 7 - Entra e dà il suo contributo, difensivo soprattutto.

DE VICO voto 6 - Tanti errori al tiro (1/9) e troppo tempo fuori dal ritmo gara. Nel finale aggiusta il tabellino, mettendo a segno tiri liberi che impediscono a Verona di fare brutti scherzi.

UDOM voto 7 - Bene a rimbalzo e in difesa. E ottimi spunti pure in attacco. La sua energia è fondamentale per contrastare gli avversari.

POLLONE M. ne

WHEATLE VOTO 7 - Fallisce diversi tiri aperti, ma forse dovevano essere altri a trovarsi al suo posto. Impegno e attenzione sono sempre quelli giusti.

RATTALINO sv

TESSITORI voto 7 - Confronto duro contro i veronesi, cui non manca nulla: centimetri, esperienza, atletismo. Fa una bella figura, anche se in attacco non vede molti palloni né sfrutta al meglio quelli che riceve. Non è condizionato dai falli, segno di un miglioramento. Stoppa e lotta con determinazione.

PASQUALINI ne

CARREA voto 8 - La squadra si è presentata prontissima alla seconda fase del campionato. Nessuna stanchezza. Nessun appagamento. Stessa energia e fame della stagione regolare. Merito (pure) suo e del suo lavoro. Per vincere però ha dovuto spremere i due americani, la cui forza copre tanti problemi (offensivi e difensivi) della squadra. E per piegare Verona potrebbe essere necessario qualche colpaccio anche dalla panchina...