21 agosto 2017
Aggiornato 23:00
Giovani e istituzioni

La Polizia Penitenziaria incontra le scuole medie

Un nuovo progetto rivolto agli studenti di Pollone ed Occhieppo. Si chiama #emergenzadroga ed ha l'obiettivo di aumentare la consapevolezza sul tema dei giovanissimi

La Polizia Penitenziaria nelle scuole (© )

BIELLA – Qualche giorno fa la Polizia Penitenziaria entra alle scuole medie di Pollone e di Occhieppo, con un nuovo progetto educativo rivolto ai giovanissimi studenti: #emergenzadroga. Un fenomeno molto diffuso di cui si occupano in termini di prevenzione, i 4 corpi di Polizia dello Stato: (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria).

Le attività
L'Ispettore Capo della Polizia Penitenziaria ha illustrato le conseguenze dell’uso delle sostanze stupefacenti non solo dal punto di vista giuridico-normativo ma anche psico-fisico. Molti interventi sono stati supportati da filmati ad uso didattico. Tutto ciò come segno positivo e di apertura di un canale di comunicazione tra la Polizia e i giovani.

Il messaggio
Il corpo di Polizia Penitenziaria quest'anno compie 200 anni di storia. Tanti sono gli eventi sul territorio nazionale a cui partecipa la Penitenziariadi carattere culturale, educativo e di prevenzione, tutti a sostegno dei giovani. Il corpo con queste iniziative vuole anche lanciare un messaggio ai giovani d'oggi, porsi sempre davanti nella vita un solo principio, quello del rispetto personale e degli altri. Per sconfiggere la droga serve l'impegno di tutti principalmente il contrasto con la prevenzione da parte di tutte le forze dell'ordine, ma non da ultimo gli stessi ragazzi, che hanno un dovere importantissimo quello di non usare droghe e di essere di esempio per gli altri. I giovani hanno un solo compito, essere un esempio di legalità.

La Polizia Penitenziaria nelle scuole

La Polizia Penitenziaria nelle scuole (© )

I ragazzi delle scuole medie all'incontro della Polizia Penitenziaria

I ragazzi delle scuole medie all'incontro della Polizia Penitenziaria (© )