17 agosto 2017
Aggiornato 11:30
Biella

«C'è un dormitorio abusivo nell'ex macello? Cavicchioli chiarisca»

Interrogazione comunale di Andrea Delmastro: dalle segnalazioni di tanti residenti, in via Ivrea degrado e mancanza di sicurezza per una cinquantina di stranieri.

L'ex macello ospita anche spazi per l'aiuto a persone con problemi di droga (© Diario di Biella)

BIELLA - Un dormitorio abusivo in via Ivrea, nei locali dell'ex macello comunale? Questa la segnalazione di Andrea Delmastro, leader di Fratelli d'Italia, in città e a livello nazionale, a seguito di una serie di lettere e di testimonianze da parte di residenti della zona.

Il punto
L'ex assessore e attuale capogruppo per il partito di Giorgia Meloni ne ha chiesto conto al sindaco Marco Cavicchioli, attraverso un'interrogazione nella quale fa cenno ad un vero e proprio rifugio abusivo dove immigrati stranieri vivono sprovvisti di luce, di acqua e di riscaldamento. Il quadro generale, insomma, sarebbe di totale mancanza di condizioni di igiene e di dignità minime. Il tutto in una evidente situazione di mancanza di sicurezza per le persone, che potrebbero addirittura essere una cinquantina. Delmastro nel documento chiede ufficialmente all'amministrazione comunale di verificare la fondatezza di tutte le segnalazioni ricevute e, soprattutto, qualora fossero esatte, di provvedere al più presto per la regolarizzazione degli spazi e delle persone che ci vivrebbero dentro.