17 agosto 2017
Aggiornato 11:30
Biellese

Sinterama, il 51% passa ad un fondo azionario

Un nuovo azionariato di maggioranza per il rilancio della SpA biellese. Il presidente Paolo Piana: «Operazione che ci consente di guardare avanti con serenità e riprendere a considerare progetti di sviluppo»

SANDIGLIANO – Passa di mano il controllo di Sinterama. IDeA CCR I ha perfezionato l’acquisto del 51% del pacchetto azionario dalla S.p.A. biellese, ed andrà ad affiancare l’attuale compagine azionaria nell’ambito dell’operazione di rilancio della società. Un passaggio senza scosse, dunque, che viene indicato, da entrambe le parti in causa, come un’operazione utile a dare nuove prospettive di sviluppo all’azienda. 

Per Sinterama il futuro passa da un Fondo 
Questa è infatti la mission di IDeA CCR I, per esteso IDeA Corporate Credit Recovery I, il primo fondo di DIP (Debtor-in-Possession) Financing italiano. Gestito da IDeA Capital Funds SGR (società del Gruppo DeA Capital), nasce nel 2016 con lo scopo di contribuire alla rinascita di imprese italiane di medie dimensioni, in tensione finanziaria, ma con un background industriale solido. Il Fondo si compone di due comparti: Crediti e Nuova Finanza. Al comparto crediti contribuiscono sette banche, tra cui anche la locale Biverbanca insieme ad UniCredit, BNL e BNP Paribas, Banca Popolare di Vicenza, MPS, BPM, che hanno ceduto a IdeA CCR I i propri crediti verso 8 aziende, già individuate, in cambio di quote del Fondo. Il Comparto Nuova Finanza conta investitori italiani ed internazionali impegnati nel rilancio delle imprese coinvolte.

I commenti dei vertici biellesi
«Con l’ingresso del fondo IDeA CCR I si è creata una nuova solida compagine azionaria che unita alle competenze, alla qualità del prodotto e alla leadership di mercato di Sinterama potrà dare al gruppo nuova fiducia, accelerare la crescita e rafforzare gli investimenti in innovazione e sviluppo, concentrando ulteriormente l’attenzione sui clienti e gli utilizzatori finali del nostro prodotto», dichiara l’Ad Guglielmo Fiocchi, ex Sogefi e Pirelli. Gli fa eco il Presidente Paolo Piana: «Sinterama con l'avvento di Fiocchi lo scorso anno ha intrapreso un percorso di rinnovamento di cui si vedono già significativi risultati. Abbiamo ceduto nei giorni scorsi la partecipazione in Trevira, ormai solo di carattere finanziario, per focalizzarci sui nostri investimenti. Il Brasile e la Cina ci stanno dando grosse soddisfazioni, il business in Europa è in ripresa. L'affiancamento del Fondo IDeA CCR I ora completa il piano, ci consente di guardare avanti con serenità e riprendere a considerare progetti di sviluppo».

Una realtà da 900 addetti con rete di vendita in 70 Paesi
Sinterama S.p.A., nasce a Biella nel 1968, è leader europea nella produzione di fili e filati in poliestere colorati, destinati alla produzione di tessuti per automotive, arredamento, abbigliamento e impieghi tecnici. Il Gruppo, con importanti unità produttive in Italia, Bulgaria, Brasile e Cina ed il centro ricerca e sviluppo automotive nel Regno Unito, ogni anno produce oltre 30 mila tonnellate di filo in 1200 diverse tipologie, impiega 900 dipendenti e si affida ad una rete di vendita formata da oltre 100 persone fra commerciali ed agenti, in grado di seguire più di 1200 clienti in 70 Paesi diversi.