17 agosto 2017
Aggiornato 11:30
Biella

La nuova biblioteca è «prigioniera» di ubriachi e di barboni?

Ieri l'ennesimo caso: uomo allontanato dai vigili urbani, perché alterato dall'alcol disturbava personale e utenti

BIELLA - Senza tetto, clandestini, perdigiorno, spesso molesti o ubriachi... E' sempre più problematica la situazione della nuova biblioteca di Piazza Curiel. L'ultimo episodio è di ieri pomeriggio, quando sono dovuti intervenire i vigili urbani per portare via un uomo che dopo aver alzato troppo il gomito, dava fastidio al personale ed agli utenti della nuova biblioteca. L'uomo è stato allontanato e, nei prossimi giorni, gli potrebbe essere contestata una denuncia dagli uomini in divisa.

Il punto
La nuova struttura ha di questi problemi da quanto è stato inaugurata. Forse attirati dagli ampi spazi e dalla mancanza di personale addetto alla sorveglianza, all'inizio, molti balordi bazzicano da mesi tra sale lettura ed i servizi igienici. Nei mesi scorsi, qualcuno, addirittura, aveva preso l'abitudine di farsi la doccia nei bagni della civica. Diversi inoltre i problemi di persone che andavano su di giri, disturbando o minaccido impiegati comunali e avventori della biblioteca. Ecco perché da qualche tempo è presente una guardia giurata, che però non compre l'intero arco di apertura della biblioteca.