17 agosto 2017
Aggiornato 11:30
Giovani e istituzioni

Biella, gli studenti del Linguistico vincono il premio Falcone

Gli allievi della terza E del liceo «G e Q. Sella» hanno vinto il concorso nazionale del concorso dedicato al giudice antimafia indetto dal Miur e dalla Fondazione che porta lo stesso nome

BIELLA – Dalla nostra città a Palermo per partecipare alle celebrazioni per il XXV anniversario delle stragi di Capaci e di via D'Amelio in programma il 23 maggio, data della morte di Giovanni Falcone. Lo faranno gli allievi della terza E del liceo linguistico «G e Q. Sella» che hanno vinto la selezione nazionale del concorso: «Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi – Ricordare per crescere» indetto dal Miur e dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone e che quest'anno celebra i 25 anni dalla morte del giudice antimafia e della sua scorta. È dal 2002, in occasione del decennale della strage di Capaci, che la Fondazione Falcone mobilita le scuole di tutta Italia per realizzare iniziative di educazione alla legalità.

Il video premiato
I ragazzi seguiti dalle docenti Roberta Barbera, Mirella Dondoglio ed Elisabetta Pollono hanno prodotto un video dal titolo: «Tu puoi dire no» al quale fa da sottofondo l'omonima canzone sempre scritta dai ragazzi. Il filmato comprende riflessioni, disegni, opere grafiche ed una canzone da cui ha preso il titolo il video. Hanno lavorato per mesi con approfondimenti e laboratori di scrittura e lettura parlando di legalità e di lotta alle mafie. Il lavoro è stato inviato alla Fondazione Falcone e sarà premiato alla cerimonia del 23 maggio. Quattro ragazzi, in rappresentanza dei loro compagni, raggiungeranno Palermo a bordo della «Nave della legalità».

Gli eventi biellesi
L'anteprima biellese è stata il 24 marzo nel salone della Provincia e sarà ripetuta venerdì 12 maggio quando gli studenti canteranno la loro canzone e parteciperanno agli appuntamenti in programma per il decimo anniversario della fondazione del presidio Springer Azoti di Libera. Alle 18 verranno inaugurati i «Giardini XXI marzo» e alle 20.45 si terrà l'incontro a Città Studi con don Luigi Ciotti, fondatore di Libera e Antonina Azoti (al cui padre Nicolò è dedicato parte del nome del presidio).