19 agosto 2017
Aggiornato 18:30
Comune di Biella

Che fine ha fatto il progetto 015? «Anche noi aspettiamo notizie»

Il primo negozio che aveva aperto ("Masala") ha abbassato le saracinesche. Pessimista l'assessore al commercio La Malfa, che però assicura il massimo impegno dell'ente

BIELLA - Che fine ha fatto il progetto "015"? Ad oggi c'è solo il negozio di Piacenza, aperto, in via Italia. Mentre i propositi dei promotori del progetto di apertura di un centro commerciale diffuso erano di 50-60 nuovi negozi, da realizzare nel centro storico della città.

I fatti
Nello scorso autunno c'è stato il primo taglio del nastro, con "Masala", spazio dedicato alla moda e agli accessori. Si trattava di un "negozio temporaneo", che infatti nelle scorse settimane ha abbassato la saracinesca. La titolare Rita Mancini ha pubblicamente annunciato il ritorno nel suo spazio a Sandigliano. Al momento, dunque, il progetto promosso anche dall'architetto Luisa Bocchietto resta legato all'azienda di Pollone famosa per mondo per la qualità del suo cachemire.

Parla l'assessore comunale
«Abbiamo sempre dato la massima disponibilità a collaborare per la realizzazione di questo, come di altri, piano di sviluppo commerciale del territorio cittadino - spiega l'assessore al commercio del Comune di Biella, Stefano La Malfa -. Abbiamo salutato con soddisfazione le prime aperture e atteso le altre, che non sono ancora arrivate. Ad oggi nei nostri uffici non ci sono notizie di nuove aperture. Con i referenti del progetto siamo sempre stati in contatto e, ripeto, a disposizione, per risolvere eventuali criticità sul piano urbanistico o a livello di arredo urbano».

Nel video l'intervista di Paolo La Bua all'architetto e referente del progetto, Luisa Bocchietto