19 agosto 2017
Aggiornato 15:00
Comune di Biella

L'impegno di Leone: «Stadio aperto sette giorni su sette». Vincono i runners

Nelle scorse settimane, interrogazione di Fratelli d'Italia e petizione degli amanti della corsa. Ora l'assicurazione dell'amministratore

(© Diario di Biella)

BIELLA - Pubblichiamo la dichiarazione dell’assessore allo sport Sergio Leone sull’utilizzo dello stadio La Marmora-Pozzo, e in particolare della sua pista di atletica, nei fine settimana. Nei giorni scorsi c'era stata una petizione da parte di numerosi sportivi biellesi, che chiedevano appunto un ampliamento dell'orario.

Maggiore utilizzo
«Rispondo volentieri agli atleti che richiedono un prolungamento di orario per un miglior e maggior utilizzo degli impianti sportivi inseriti all'interno del centro Polisportivo La Marmora-Pozzo. Come ho già avuto modo di comunicare, rispondendo ad una interrogazione del gruppo comunale Fratelli d'Italia, il progressivo e maggior utilizzo della struttura nella sua interezza è nei programmi di questa amministrazione».

Orari legati ai dipendenti
"Come noto i cancelli principali su viale Macallé chiudono alle 17 dal lunedì al venerdì, con chiusura totale il sabato e la domenica (eccetto quando la squadra della Biellese gioca in casa). Gli orari corrispondono a quelli dei tre dipendenti comunali attualmente in servizio che sovrintendono alla cura e alla pulizia del parco, del campo sportivo e di tutte le strutture di atletica presenti nel recinto della struttura. Attualmente dalle 17 alle 19 e al sabato mattina, in virtù di una convenzione con l’Unione Giovane Biella in scadenza nelle prossime settimane, le strutture di atletica sono a disposizione degli atleti e degli sportivi amatoriali con ingresso da via 53° Fanteria»
.

Sette su sette
"La nostra intenzione è di tenere aperto il parco attiguo allo stadio, con un affidamento in concessione entro fine anno, sette giorni su sette sino alle 17 nei mesi invernali e sino alle 20 negli altri mesi. Sarà il primo parco cittadino dotato di giochi che potranno essere usati anche da bambini con difficoltà motorie. Con la sottoscrizione di una nuova convenzione, in sostituzione a quella in scadenza, e con gli stessi orari si metterà a disposizione di società e singoli atleti l'impiantistica sportiva»
.