19 agosto 2017
Aggiornato 18:30
Sanitą

Asl Biella, all'Uib uno sportello per i servizi sanitari

Firmato un accordo tra l'azienda sanitaria locale e l'Unione Industriale che consentirą agli associati e ai loro dipendenti di accedere con pił facilitą a molti servizi

BIELLA - È un ulteriore tassello che completa un processo di attenzione verso i cittadini e che al tempo stesso è esempio di una costruttiva partnership pubblico-privato. L’Asl di Biella e l’Unione Industriale Biellese hanno siglato una convenzione che determina l’attivazione, presso la sede di Uib, di uno sportello sanitario dedicato a tutti gli associati e ai relativi dipendenti.

Uno sportello dedicato
Dopo la firma del patto di sussidiarietà che aveva già visto in prima linea l’Uib, adesso tutti i soci troveranno presso la sede di via Torino un front office a loro dedicato, dove fruire di un’ampia gamma di servizi. Sarà possibile stampare e ritirare i referti di laboratorio, richiedere copia della cartella clinica e ottenere le credenziali per accedere al fascicolo sanitario elettronico. Inoltre, grazie alla convenzione firmata tra Asl Bi e Uib, vi è l’opportunità di prenotare le visite specialistiche a pagamento, sia ambulatoriali che domiciliari, a condizioni speciali applicate agli associati UIB e ai loro dipendenti, eventualmente anche in possesso di relativa polizza sanitaria integrativa; è stato, infatti, previsto un sistema di agenda personalizzato per i soci, attraverso il quale trovare la disponibilità per richiedere la visita. Si tratta di un terzo canale che si va ad integrare alle due modalità normalmente disponibili: in regime di servizio sanitario nazionale o in libera professione con scelta del professionista ed accessibile tramite chiamata gratuita al numero verde dedicato, con un codice identificativo.Un modello concreto di welfare, dunque, che parte dalla consapevolezza che, attraverso la sinergia tra istituzione pubblica e formazioni sociali, sia possibile rispondere in modo più capillare alle esigenze dei cittadini. Un progetto che deriva proprio dall’applicazione giuridica del principio di sussidiarietà orizzontale e che valorizza la condivisione di responsabilità per programmare e coordinare la gestione di eventuali servizi.

Spazi vicino al cittadino
«Questo accordo - ha detto il direttore generale dell'Asl Bi, Gianni Bonelli - concretizza in modo forte uno degli obiettivi che in questi mesi, in più campi e settori, abbiamo puntato ad affermare. Ci sono due parole chiave che ritengo significative: 'facilità' e 'tempo'. Il proposito è quello di facilitare l’accesso ai nostri servizi attraverso spazi che, anche se lontani dalle nostre strutture, siano vicini al cittadino e quindi per lui più comodi, in relazione alla sua vita e alle attività che svolge. Inoltre, puntiamo a valorizzare la qualità del tempo; tempo che, in un’epoca di frenesia, va ottimizzato al meglio. Gli sportelli sanitari in UIB rappresenteranno tutto questo per gli associati che sceglieranno di sfruttare tale canale».

Vicini alle esigenze degli associati

Questo il commento del direttore UIB, Pier Francesco Corcione: «I valori della nostra Associazione sono identità, rappresentanza e servizi. Essere vicino alle esigenze dei nostri Associati, facilitare il loro rapporto con le istituzioni ed i servizi pubblici, offrire prodotti sempre più personalizzati e distintivi è uno dei modi per realizzare nei fatti»questi valori. In questo caso è stato possibile anche grazie alla sensibilità e visione della direzione della nostra ASL».