16 dicembre 2017
Aggiornato 19:30
Cronaca

«Truffa del bollettino», la Camera di commercio mette in guardia gli associati

Nuovo tentativo di raggiro ai danni delle imprese biellesi. In questi giorni l'ente ha ricevuto diverse segnalazioni di imprenditori che ricevono richieste di pagamento ingannevoli

BIELLA - La Camera di Commercio di Biella e Vercelli ha segnalato all’Autorità garante della concorrenza e del mercato nuovi tentativi di truffa ai danni delle imprese. In questi giorni alcuni imprenditori dichiarano di aver ricevuto bollettini che richiedono pagamenti per servizi spacciati come procedure obbligatorie, che possono indurre in errore, in quanto all’apparenza sembra di trovarsi di fronte a una comunicazione ufficiale della Camera di Commercio o di una pubblica amministrazione. In realtà si tratta di proposte commerciali di servizi pubblicitari per i quali non è obbligatoria l'adesione.

Un'offerta mascherata da adempimento obbligatorio
La Camera di Commercio di Biella e Vercelli precisa: «E' estranea a tali richieste e rinnova il suo invito, a chi dovesse ricevere queste comunicazioni, a rivolgersi sempre all'ente camerale di riferimento, alla propria associazione di categoria o al proprio professionista di fiducia, per verificare se si tratta di un vero adempimento obbligatorio o di un'offerta commerciale mascherata come tale. Solo la prudenza e l'attenzione possono aiutare a evitare truffe e raggiri che possono avere conseguenze spiacevoli e costose»