22 novembre 2017
Aggiornato 23:00
Moda ed Economia

I biellesi a Pitti Uomo

Z Zegna con la collezione Vintage Regata si ispira al mondo della vela. Vitale Barberis Canonino espone gli archivi storici alla Polveriera. A Firenze sfilano 1.231 brand, per pił di 30mila visitatori

Un momento dell'inaugurazione (© Studio Nonamephoto)

FIRENZE – Un nuovo percorso espositivo, un’accurata ridistribuzione degli spazi, un ampliamento delle sezioni che rappresentano gli stili più contemporanei e di ricerca del menswear oggi, e uno sviluppo delle aree proiettate al futuro del fashion. Queste le novità principali che caratterizzano l’edizione n. 92 di Pitti Uomo, di scena alla Fortezza da Basso fino al 16 giugno. 1.231 le collezioni che saranno presentate nella tre giorni, di cui 546 provenienti dall’estero, attesi a Firenze più di 30mila visitatori, con buyer in arrivo dai maggiori mercati di riferimento come Germania, Giappone, Spagna, Regno Unito, Cina, Olanda, Francia.

La nuova geografia di Pitti Uomo
Lo chiamano «salone-mondo», il Pitti n. 92 guarda alla moda con gli occhi del futuro, a partire dai nuovi spazi espositivi: la sezione Make, microcosmo degli artigiani da tutto il mondo per la prima volta in scena alla Sala della Ronda; le collezioni agender e la grinta dei marchi luxury underground di Unconventional raddoppiano la superficie espositiva, estendendosi a entrambi gli Archivi. E ancora, gli stili più all’avanguardia e le punte del design cutting-edge della sezione Touch! si spostano al Padiglione Medici, mentre Futuro Maschile, concept lab delle più evolute espressioni del menswear cresce, e alla storica location della Sala delle Nazioni, aggiunge l’Arena Strozzi. 

I Biellesi: Z Zegna presenta la Vintage Regata
Z Zegna sceglie il Teatrino Lorenese per presentare la collezione PE 2018 Vintage Regata. La linea riprende il tradizionale file-rouge tra Zegna e il mondo della vela, il marchio biellese ha, infatti, accompagnato alcune delle più eleganti e impegnative regate fin dai primi anni ‘80. Oggi, Z ZEGNA coniuga lo spirito delle regate d’epoca con tessuti altamente performanti per creare un nuovo guardaroba da indossare sia in barca che e in città. Il mix eclettico di stile italiano contemporaneo e activewear enfatizza la libertà di movimento, e mette in luce silhouette delineate e disinvolte.  L’ispirazione alle regate vintage si estende anche ai capi TECHMERINO™, in pura lana merino australiana ottimizzata naturalmente, certificati da The Woolmark Company, e agli accessori. Per finire, a Pitti Uomo arriva anche la capsule collection ispirata alla Maserati Multi70,  che replica gli esclusivi outfit disegnati da Zegna per l’equipaggio capitanato dallo skipper Giovanni Soldini.

Vitale Barberis Canonico espone gli archivi storici
Anche Vitale Barberis Canonico torna a Firenze, e nella suggestiva cornice della Polveriera allestisce un percorso dedicato agli archivi storici e alla collezione di tessuti nella speciale lana 21 Micron. Riflettori saranno accesi su tre campionari storici e significativi, poiché ciascuno di essi racchiude la creatività di tre diversi periodi differenti: 1846-1857, 1930, 1970. Allo stesso tempo ogni campionario, che si svela interagendo con i visitatori, evoca la figura di un personaggio storico unico: Lord Gordon Lennox, Edoardo VIII, Gianni Agnelli. L’area, attraverso 6 postazioni mobile, permette ai visitatori di accedere all’archivio digitale di Vitale Barberis Canonico: più di 2.500 volumi e 25.000 schede di tessuti per intraprendere un viaggio alle origini della creatività stilistica.

Guest ed eventi speciali: da Christian Louboutin al Museo Effimero della Moda
Tanti gli appuntamenti in calendario, a cominciare nel giorno di inaugurazione, dalla prima apparizione alla kermesse fiorentina del designer francese Christian Louboutin, icona assoluta del mondo luxury shoes, che ha presentato un inedito special project. Mentre a Palazzo Pitti apre i battenti, da qui al 22 ottobre prossimo, la mostra Il Museo Effimero della Moda, prodotta da Fondazione Pitti Immagine Discovery con Gallerie degli Uffizi e Palais Galliera, secondo episodio del programma triennale promosso da Centro di Firenze per la Moda Italiana e dalle Gallerie degli Uffizi.