22 novembre 2017
Aggiornato 23:00
Cronaca

Ancora due anziani truffati nel Biellese

I malviventi si spacciano per tecnici comunali e poi derubano le vittime. A Dorzano il bottino è di circa 5 mila euro in gioielli e preziosi. In Valle Elvo, presi 700 euro in contanti

I fatti su cui indagano sono di ieri (© Diaro di Biella)

BIELLA - Convinto di trovarsi davanti un dipendente comunale, gli apre la porta e viene derubato. Vittima del raggiro un uomo di 78 anni, di Dorzano.

I fatti
Ieri, lunedì 19 giugno, ha sentito suonare il campanello. Davanti a lui, un giovane con un casco da motociclista e un giubbotto rifrangente di color arancione. «Mi manda il Comune» avrebbe detto, per convincere la vittima a farlo entrare. Una volta dentro, dopo aver distratto il 78enne, si è impadronito di tutti gli oggetti d'oro, per un valore di circa 5 mila euro, per poi fuggire in sella a uno scooter.

E ancora
Analoga sorte è toccata a un'anziana residente in Valle Elvo. La donna, 90 anni, sempre ieri mattina, è stata avvicinata da un uomo di circa 40 anni, dai modi distinti, che l'ha convinta a farlo entrare nell'abitazione. «Sono certo che lei abbia problemi con l'impianto elettrico - ha detto all'anziana - ed è dovuto, mi creda, all'oro che ha in casa. Vada a prenderlo. Così risolviamo subito il malfunzionamento». La 90enne si è lasciata convincere ed è stata derubata di 700 euro in contanti e di tutti i gioielli. Su entrambi gli episodi, adesso, indagano i carabinieri.