21 agosto 2017
Aggiornato 23:30
Biella

Ponte di Chiavazza, nuovo tentativo di suicidio

Intervento provvidenziale di una guardia giurata, che blocca un uomo di mezza età che voleva farla finita. Immediato poi l'arrivo di carabinieri e di un'unità del 118. Nei giorni scorsi, ci aveva provato un ragazzo

Due tentativi di suicidio nello spazio di pochi giorni, dal ponte di Chiavazza (© Diario di Biella)

BIELLA - Nuovo tentativo di suicidio, oggi. A volerla fare finita, dopo il caso del ventenne dei giorni scorsi, un uomo di mezza età. Ancora ignote le ragioni del gesto. A salvarlo, una guardia giurata. I fatti sono avvenuti sul ponte della tangenziale a Chiavazza. La guardia giurata si è subito accorto che qualcosa non andava, in quell'uomo che si aggirava senza ragione lungo il ponte. E proprio mentre si è avvicinato per chiedere spiegazioni, l'uomo ha tentato di scavalcare la ringhiera e buttarsi nel vuoto. Tempestivo l'intervento della guardia giurata e di un altro automobilista, che si è fermato intuendo quanto stava accadendo. Altri automobilisti poi hanno chiamato carabinieri e unità del 118, che sono arrivate in pochissimo tempo soccorrendo l'aspirante suicida. L'uomo è stato quindi portato all'ospedale, per le cure del caso.