22 aprile 2019
Aggiornato 18:30
Cronaca

Riceve il resto al bar, con amara sorpresa: 20 euro sono falsi

Disavventura per una donna, in città. Sui fatti indagano i carabinieri, che hanno sequestrato la banconota. Nel recente passato, casi analoghi con altri tagli di valuta

BIELLA - Sono tornate in circolazione, dopo qualche mese, banconote contraffatte da 20 euro. Una è spuntata a sorpresa nei giorni scorsi, portata al comando provinciale dell'Arma da una donna di Biella. Questa, dopo aver prelevato 50 euro con il bancomat, era entrata in un  locale pubblico per una piccola consumazione. Tornata a casa, si è accorta dopo qualche ora che tra i soldi ricevuti come resto c'era una banconota da 20 euro falsa. Tornata nel bar, lo aveva fatto presente al titolare, che non aveva voluto sentire regioni, asserendo che poteva averla ricevuta da chiunque. Adesso i soldi sono stati posti sotto sequestro e verranno controllati dalla Banca Centrale, al fine di risalire, dal tipo di carta e dall'inchiostro usato, a chi ha effettuato la stampa.

Il punto
Nel recente passato, oltre a banconote contraffatte da 20 euro ne erano finite in circolazione anche da 50. Non è semplice individuarle, nemmeno per gli addetti ai lavori. Un consiglio, semplice, che vale un po' per tutti i pezzi cartacei è quello di controllare la parte rifrangente: se resta fissa e l'immagine non cambia si ha tra le mani una banconota contraffatta.