15 giugno 2019
Aggiornato 22:30
Il caso

Omicidio Preti, il fidanzato torna (in segreto) nel Biellese

Dimitri Fricano (30 anni) per ora unico indagato, prende un volo dalla Sardegna e insieme ai genitori farà rientro al Vandorno. Accolta la richiesta degli avvocati difensori: operazione lontana da occhi indiscreti

BIELLA - Un rientro senza clamori, lontano da occhi indiscreti e giornalisti. Dimitri Fricano (30 anni, commesso in un negozio di scarpe del centro cittadino) per ora unico indagato nell'omicidio di Erika Preti, oggi, dovrebbe rientrare nel Biellese. Questione di ore è sarà nuovamente nella casa di famiglia, al Vandorno.

Il punto
Per ora è l'unico indagato dalla magistratura sarda per l'omicidio avvenuto l'11 giugno nella villetta di Lu Fraili a San Teodoro in Sardegna: dove ha perso la vita la commessa biellese, originaria di Pralungo, di cui sabato scorso sono stati celebrati i funerali. Fino a pochi giorni il ragazzo fa si trovava nell'ospedale di Olbia, ricoverato nel reparto di psichiatria. Il giovane farà rientro in aereo, insieme ai genitori.

La difesa
La richiesta di un trasferimento lontano da telecamere e fotografi o comunque da curiosi è stato accolto dalle autorità, su richiesta degli avvocati difensori Alessandra Guarini e Roberto Onida, che sulla strategia difensiva non si sbilanciano in dichiarazioni ufficiali, invitando comunque i media alla prudenza su ipotesi e responsabilità. In questo senso anche le operazioni della magistratura sarda paiono molto prudenti e comunque lontane dai clamori dei riflettori. Se su Internet molti paiono avere certezze, anche per il dolore che la vicenda sta suscitando nel Biellese, per fortuna, le autorità inquirenti sembrano ispirate alla massima prudenza.