25 giugno 2019
Aggiornato 18:30
Gusto e territorio

Al Ricetto di Candelo è tempo di «Birrincontro»

Dal 30 giugno al 1 luglio torna la kermesse dedicata ai birrifici artigianali e microbirrifici di qualità di tutto il Piemonte che accoglieranno amanti ed appassionati tra le rue di uno dei borghi fortificati più belli d'Italia
Birrincontro al Ricetto di Candelo
Birrincontro al Ricetto di Candelo Shutterstock

CANDELO – Una due giorni del gusto tra la suggestice mura del Ricetto. Dal 30 giugno al 1 luglio è tempo di Birrincontro, il weekend in cui i birrifici artigianali e microbirrifici di qualità di tutto il Piemonte si incontrano e si mostrano ad amanti, appassionati e curiosi. Saranno inoltre presenti i produttori agricoli della prima domenica del mese con le loro specialità. In programma anche musica, laboratori e molto altro. Si comincia venerdì 30 giugno alle 18 fino alle 2 e sabato dalle 17 alle 2. Ingresso 3 €. Per informazioni: Pro Loco Candelo 015 2536728, www.candeloeventi.it. Il Ricetto è annoverato tra i borghi fortificati più belli d’Italia. Lo afferma il Touring Club Italiano.

L'atmosfera intatta del periodo medioevale
Il Ricetto di Candelo lo scorso anno ha raggiunto i 60 mila visitatori. «Possenti mura merlate, per un perimetro di quasi cinquecento metri, e quattro grandi torri cilindriche regalano al borgo medioevale di Candelo un’atmosfera d’altri tempi – spiega il sito del Touring Club - Situato tra Biella e la Riserva Naturale Orientata delle Baragge, in Piemonte, fu eretto come fortificazione collettiva per volere dei popolani tra il XIII ed il XIV secolo. Adibito a magazzini e a deposito di prodotti agricoli, oppure, in caso di pericolo, a ricovero per il popolo, il borgo consente di rivivere, ancora oggi, l’atmosfera d’un tempo».

La bandiera arancione
Il sito del Ricetto ha anche ricevuto la bandiera arancione grazie a tante caratteristiche che lo rendo un'attrattiva valida per i turisti: l' efficienza del servizio di informazioni turistiche, per la comunicazione via Web orientata al turista attraverso un efficiente sito dedicato alla destinazione, per la presenza di un importante attrattore storico-culturale (Ricetto medievale) ben conservato e tenuto, per un contesto ambientale di pregio (Riserva Naturale Orientata delle Baragge) e per un'alta percentuale di raccolta differenziata. Il borgo è stato inoltre ambientazione per film di successo come «Dracula in 3D» e «La freccia nera».